Il cibo spazzatura è a volte irrinunciabile. è così buono, saporito e sembra aiutare l’umore. Ma non è assolutamente un cibo salutare e poi va a finire su tutte le parti del nostro corpo dove non vorremmo. Però è davvero così difficile dire di no: è per questo che esistono i surrogati, ossia qualcosa che può essere sostituito con qualcos’altro al fine di rendere il risultato simile alla riuscita originaria. Non si tratta di un vero e proprio succedaneo come quelli in commercio, ad esempio di caviale e cioccolata, ma semplicemente degli ingredienti sostitutivi che possono trovarsi in tutte le cucine.

Uno dei cibi spazzatura per eccellenza consiste nelle patatine fritte, che costituiscono la maggior parte dei contorni quando si è al ristorante. Questo non significa che ogni struttura ricettiva non abbia un sostituto con dei cibi salutari. Non si è nel film “Soul kitchen”, in cui il proprietario serviva inizialmente piatti terribili per clienti abitudinari, per poi convertirsi a trovare uno chef che insegnasse invece ai palati solo un gusto raffinato. Le patate fritte sono spesso impregnatissime di olio e accompagnate dal sospetto che in quel ristorante dove ci si trova non lo cambino tanto spesso. Meglio le patate al forno, le preparano anche le trattorie alla buona, magari aromatizzate con salvia e rosmarino, un vero dono per la propria bocca.

Molti bevono sempre bevande gassate, l’acqua è proprio aliena dalla loro normale alimentazione. Certo, le bevande gassate vanno bene, ma non possono essere dei sostitutivi dell’acqua. A pranzo e a cena si può optare invece per acqua gassata con una spruzzatina d’arancia o limone. D’estate si può chiedere anche della menta, davvero fresca e rigenerante.

I panini sono solitamente considerati i più salutari tra i cibi spazzatura. Solo che per ogni cucchiaino di maionese o altre salse, ci sono calorie e calorie che finirebbero su cosce e glutei. Allora ci si può fare un panino con del pane integrale o di grano e imbottirlo con verdure, magari grigliate e altri alimenti magri. Consigliato: un panino con melanzane grigliate, pomodori a fettine e uno strato di stracchino.

Anche lo yogurt di frutta, contrariamente a quello che si pensa solitamente, non è esattamente un cibo magro. L’ideale per chi vuole dimagrire utilizzando lo yogurt è quello bianco, ma non ha grande sapore. C’è una soluzione? Certo che sì, la frutta fresca. Aggiungete nello yogurt bianco delle fettine di frutta, come mela o banana, per non rinunciare al gusto.

Che fare con il popcorn? È un cibo che, come ad esempio avviene con le ciliegie, un boccone tira l’altro. Solo che con l’aggiunta di burro e sale diventa ipercalorico. Mentre se invece non aggiungiamo né burro né sale, i popcorn si aggirano intorno alle 100 calorie, diventando invece lo spuntino ideale per chi è a dieta dimagrante. È solo una semplice accortezza, che evita anche l’accumulo di liquidi che ci fanno sentire gonfie.

Fonte: Magforwomen.