È il piatto per eccellenza della cucina italiana ma anche il più temuto quando si è a dieta: parliamo, naturalmente, della pasta. Va detto che nella dieta mediterranea un piatto di spaghetti è sempre concesso ed anzi, consigliato: il problema subentra quando si desidera smaltire qualche chilo di troppo e rinunciare alla pasta sembra una missione impossibile.

Tuttavia le alternative, gustose, non mancano e rappresentano una valida scelta anche per la salute: bisogna infatti tenere conto che la pasta che normalmente troviamo sugli scaffali del supermercato, per arrivare sulle nostre tavole, subisce un processo di lavorazione che la priva quasi completamente di tutte le sostanze nutritive come sali minerali, fibre e vitamine.

Senza contare poi i casi in cui sostituire la pasta nella dieta può rivelarsi una necessità, come per la celiachia ma anche per il diabete.

Ecco allora delle sane e gustosissime alternative al classico piatto di pasta.

  • Riso. Il sostituto numero uno della pasta è ovviamente il riso che, pur avendo un apporto calorico simile, sazia molto di più ed anche più digeribile. Per ritrovare la silhouette, via libera allora a un piatto di riso in bianco a cui si possono abbinare verdure ma anche secondi appetitosi come bocconcini di pollo o pesce.
  • Spaghetti di riso. Il piatto simbolo della cucina cinese può essere un altro prezioso alleato per chi vuole mettere da parte la pasta  per un po’. Gli spaghetti di riso hanno infatti una consistenza simile a quella degli spaghetti nostrani ma sono molto più ricchi di fibre e vitamine. Il condimento? Verdure cotte al vapore e tagliate alla julienne.
  • Spaghetti di soia. Un altro piatto della cucina cinese che a differenza del precedente ha un po’ più di calorie ma è assolutamente digeribile e gustoso. Può sostituire il classico piatto di pasta e anche rappresentare una scelta gourmet se condito con spezie e verdure particolari.
  • Spaghetti di zucchine. L’alternativa più light in assoluto è quella costituita dagli spaghetti ottenuti tagliando ad hoc le zucchine che sono tra le verdure meno caloriche che esistano (11 calorie per circa 100 grammi) e allo stesso tempo rappresentano un’ottima fonte di vitamine, fibre e potassio. Per ricavare gli spaghetti dalle verdure, basta lo spiralizzatore, un pratico arnese che si trova facilmente in commercio.
  • Cereali integrali. Molto più sani e leggeri della classica pasta sono anche i cereali come farro, orzo e avena che hanno molte meno calorie di un piatto di spaghetti, saziano di più e sono ricchissimi di fibre, proteine e vitamine. D’estate possono essere un’ottima base per preparare gustose insalate da condire con verdura fresca e formaggi leggeri.
  • Pasta di fagioli neri. Non è facilissimo reperirla ma è un’altra ottima idea per sostituire la classica pasta del super perché è senza glutine ma allo stesso tempo ricca di ferro, fibre e vitamine. Un sugo leggero di pomodoro e un filo d’olio extravergine di oliva è il suo condimento ideale.

Leggi anche Dieta: 7 regole per non sgarrare | Dieta senza istamina