È risaputo: agli uomini piace e le ragazze con le quali la natura non è stata benevola lo invidiano, ma un seno prosperoso ha bisogno di molte e, soprattutto, costanti cure perché più incline alla forza di gravità.

E non si tratta solo di cure estetiche, di creme e trattamenti, che comunque aiutano, ma di tutta una serie di rituali che è necessario non dimenticare mai. Se è vero, infatti, che la forza di gravità è molto “democratica” è altrettanto vero che, chi può contare su una scollatura voluminosa, inevitabilmente soffre più delle altre della tensione che spinge verso il basso, con il risultato non sempre estetico di una super produzione di radicali liberi, che come tutti sanno sono i nemici numero uno dell’invecchiamento cutaneo precoce.

La pelle intorno al seno è poi molto più delicata rispetto a tutto il resto del corpo, anche perché svolge la sua funzione di reggiseno naturale. Ecco il motivo per cui bisogna mantenerla elastica e idratata.

Le ragazze più prosperose dovrebbero prestare al décolleté la stessa attenzione che riversano sul viso: ciò si traduce in crema idratante e nutritiva due volte al giorno. Di prodotti ce ne sono diversi in commercio per tutte le tasche, l’importante è scegliere quelli con maggiore concentrazione di principi stimolanti come il collagene e l’acido ialuronico.

In genere è sconsigliato togliere il sostegno del reggiseno, ma i dermatologi raccomandano almeno una o due ore di libertà: la sera dunque largo alle t-shirt di cotone. Tale libertà servirà anche a evitare eruzioni cutanee che potrebbero formarsi sotto al solco sotto-mammario anche a causa della traspirazione. Da utilizzare anche un talco a base di ossido di zinco, che oltre a essere lenitivo è anche un ottimo antibatterico.

Ovviamente è il momento di prestare maggiore attenzione alla pelle in coincidenza con le prime esposizioni ai raggi solari, a maggior ragione in una zona così delicata. Da evitare il topless e anche se si indossa il costume ricordarsi di spalmare la crema protettiva su tutto il décolleté per evitare che il raggi ultravioletti riescano a penetrare, dando vita a fastidiosi eritemi. Ricordate sempre che le conseguenze estetiche del troppo sole si pagheranno in età matura con la comparsa precoce di antiestetiche macchie e increspature.

Il più grande alleato del seno prosperoso è senza dubbio il reggiseno. È fondamentale controllare che la taglia sia quella giusta, in modo tale che abbracci tutto il seno, sostenendolo senza strizzarlo e traumatizzarlo inutilmente.

La scelta del reggiseno è soggettiva, dipende dal gusto e dalla comodità, ma sicuramente oggi rispetto al passato qualcosa sta cambiando. Una volta per le forme generose vi erano in commercio solo indumenti intimi poco femminili, ma ora non è più così: si può facilmente scegliere della lingerie molto carina e sexy anche se sia ha un seno ingombrante. Per la verità, i costi restano un po’ eccessivi.

Infine, è necessario praticare sport, che non deve coinvolgere solo i pettorali ma anche le spalle e la schiena, duramente messe alla prova dal peso sbilanciato in avanti. Le ragazze prosperose tendono, infatti, ad assumere una postura sbagliata, un po’ per il peso non indifferente, un po’ per camuffare questo eccesso di femminilità che spesso in tenera età può creare qualche complesso.

Il volley, lo jogging, il beach volley sono sicuramente tra gli sport più traumatici per il seno, anche se questo è sempre sorretto da un reggiseno super contenitivo. La disciplina più adatta è senza ombra di dubbio il nuoto, perché è in grado di impegnare tutta la muscolatura in quasi totale assenza di gravità. Va bene farlo sia a mare che in piscina, ma è essenziale non dimenticare di procedere immediatamente con la doccia dolce e riprendere la routine estetica.