Togliere lo smalto semipermanente a casa non solo è possibile, ma è anche molto più facile di quanto si possa credere. Rivoluzionario, capace di unire la tenuta della ricostruzione gel con la praticità del comune smalto, lo smalto semipermanente è un prodotto fotoindurente in gel.

Il vantaggio? È uno smalto a lunga durata che ha una tenuta eccellente, simile alla ricostruzione in gel, che può essere applicato anche senza bisogno dell’estetista. È l’ideale quando si vogliono mani sempre curate ma non si ha il tempo di andare in un centro professionale.

La differenza principale riguarda la durata della manicure: con uno smalto classico può durare al massimo qualche giorno mentre un semipermanente promette di rimanere sulle unghie fino a 3 settimane, mantenendo inalterati colore e brillantezza e senza rischio di sbeccature. Inoltre è eliminato anche il tempo di attesa per l’asciugatura del colore, che avviene in pochi secondi sotto la lampada Led, consentendo così di utilizzare subito le mani al termine della manicure, senza timore di rovinarla con graffi o sbeccature.

Pur avendo una composizione diversa rispetto allo smalto tradizionale, non è difficile da rimuovere, ma bastano davvero pochi minuti e pochi attrezzi. Per una rimozione delicata, facile e veloce si può utilizzare un removal kit, oppure con materiale che si ha in casa. Ecco come togliere lo smalto semipermanente a casa, senza danneggiare le unghie, preservandone sia la bellezza che la salute.

  • Come prima cosa, si lima leggermente la superficie dell’unghia, senza andare troppo a fondo. È sufficiente togliere lo strato lucido in modo da permettere al solvente di penetrare nello smalto.
  • È importante avvalersi necessariamente di un prodotto specifico, un solvente pensato per semipermanente e non per comune smalto per unghie.
  • Si imbeve un dischetto con il solvente, da appoggiare sull’unghia. Quindi si incarta il tutto con della stagnola. Il procedimento va ripetuto per ogni dito. L’impacco va lasciato agire per almeno 15 minuti.
  • Una volta trascorso il tempo di posa, l’acetone avrà ammorbidito lo smalto. A questo punto, va liberato un dito alla volta e con un bastoncino d’arancio si eliminano i residui di smalto in gel. Con una lima di cartone, si deve limare la superficie dell’unghia.
  • A smalto completamente rimosso, è consigliabile procedere con l’applicazione di una buona crema mani e unghie per ritemprarle in seguito allo stress della rimozione.