In molte si chiedono come trovare fidanzato ricco: del resto se, come cantava Marilyn Monroe, i diamanti sono i migliori amici delle ragazze, con uno spasimante squattrinato gli amici sarebbero ben pochi e anche la vita sarebbe sicuramente un po’ più complicata.

Ecco 5 consigli infallibili per sapere come trovare fidanzato ricco e per “sistemarsi” per sempre.

  1. Frequentare il giro giusto. Il primo consiglio per trovare un fidanzato ricco è quello di cominciare ad “alzare l’asticella” del livello delle proprie conoscenze. In questo caso è fondamentale inserirsi in quei circuiti che offrono la possibilità di incontrare persone facoltose o di buona famiglia. Si tratta di locali In ma anche di club dove, molto spesso, si può accedere solamente tramite amicizie; in questo caso, è fondamentale riuscire ad avvicinare prima le persone giuste.
  2. Non svendersi. Molto spesso, come film, libri e mamme sagge insegnano, ciò che conta è essere se stesse. Per trovare fidanzato ricco è fondamentale non rinunciare alla propria vita, costruendo finti castelli di carta. La cosa più importante è non deludere le persone con le quali, da sempre, si vive. Bisogna poi aggiungere il principio per cui non si può vendere la propria anima al diavolo per qualche euro in più.
  3. Dopo l’approccio, non cedere subito. Una volta entrati nel circuito giusto, per trovare fidanzato ricco è fondamentale non cedere subito. In primis per salvaguardare la propria reputazione che, soprattutto nei circuiti più alti, anticipa le persone. Poi, per non trovarsi nella posizione di essere o di diventare mero oggetto del desiderio, una persona da chiamare solo quando serve un diversivo.
  4. Cominciare a pensare come una persona ricca. Il quarto consiglio per trovare fidanzato ricco è quello di cominciare a pensare come potrebbe pensare una persona ricca: è importante, infatti, cominciare a ragionare sul valore del danaro e sul suo potere nella società.
  5. Essere sempre coscienti dei confini. Infine, per trovare fidanzato ricco è fondamentale essere sempre coscienti dei propri limiti e delle proprie idee: fondamentale imporsi dei “confini” oltre i quali non andare per non distruggere la propria essenza e la propria etica.