Avete raggiunto i 30 e siete ancora single, niente panico: trovare un fidanzato a 30 anni può essere più facile che a 20 seguendo qualche semplice dritta.

Se infatti da un lato è vero che quel pizzico di spensieratezza tipico di quando si è molto giovani tende a svanire, dall’altro le esperienze acquisite negli anni possono essere un’ancora di salvezza per evitare delusioni e per mettere in atto la strategia di conquista giusta.

Ecco allora un pratico vademecum per ragazze trentenni pronte ad acciuffare il principe azzurro.

  • Vietato chiudersi in casa. Naturalmente la prima cosa da tenere a mente è che difficilmente vi vedrete recapitare a casa un fidanzato per posta… Per cui abbandonate la pigrizia e uscite. Attenzione anche all’effetto social: se trovare un fidanzato su Facebook a 20 anni può essere semplice a divertente a 30 potrebbe rivelarsi più complicato.
  • Frequentare i posti giusti. Per conoscere persone nuove e potenzialmente interessanti frequentate i luoghi in cui sapete che sarà più facile stringere nuove amicizie. Dalla cena a casa di amici che si circondano sempre di persone diverse a un corso particolare. Non sottovalutate infatti il potere dei vostri hobby; anche durante un corso di cucina o di tai chi potete trovare infatti un “principe” che condivida le vostre stesse passioni.
  • Non essere troppo rigide. A 30 anni, e magari a fronte di qualche delusione, può capitare di chiudersi e di irrigidirsi nelle proprie abitudini e nei propri schemi, finendo per essere troppo selettive. Cercate allora di cambiare le vostre abitudini quando vi sentite pronte ad aprire il vostro mondo e i vostro spazi alla presenza di un’altra persona. All’inizio vi sembrerà difficile, ma la fatica verrà premiata.
  • Oltre l’apparenza. Altra regola fondamentale è quella di non puntare tutto solo sulle apparenze. A 20 anni è facile cadere nella trappola del bel principe biondo, muscoloso e dagli occhi di ghiaccio ma a 30 anni è d’obbligo prendere in considerazione anche altre virtù. Il che non significa accontentarsi del tipo bruttino che non vi attrae minimamente, ma non sottovalutare il fascino, intramontabile, della simpatia e dell’intelligenza. A 30 anni un uomo con cui ridere e con cui parlare per ore riscoprendo un’affinità profonda può davvero fare la differenza.
  • Credete in voi stesse. Ricordate inoltre che a 30 anni si raggiunge una maggiore consapevolezza di se stesse e della propria forza. Per cui sentitevi sicure e abbandonate le incertezze e i mille dubbi di quando eravate (solo) ragazzine alle prime armi.
  • Fate tesoro delle esperienze passate. Se siete arrivata a 30 anni con qualche storia alle spalle, certo potrete contare su un bel bagaglio di esperienze. Ricordate dunque che, anche se vi hanno fatto soffrire, le vicende che avete alle spalle possono essere una risorsa importante se saprete riconoscere gli errori del passato e farne tesoro.