C’è un periodo dell’anno, quello a cavallo tra la primavera e l’estate, in cui si concentrano appuntamenti ed inviti per matrimoni di amici e parenti che, scambiandosi gli anelli in segno di amore eterno, sono in grado di destare preoccupazioni e, talvolta, vere e proprie crisi. Ogni perplessità nasce da una domanda: “Cosa mi metto?”.

Se per gli sposi e per i testimoni, la scelta dei vestiti è più semplice, in quanto sono più liberi di agire, gli invitati devono osservare alcune regole (come il non vestire di bianco o dello stesso colore della sposa), senza rinunciare all’eleganza richiesta dall’evento. Ma come vestirsi ad un matrimonio? Per non spendere una cifra da capogiro, ecco 5 idee low cost per vestirsi a un matrimonio senza rinunciare alla bellezza e all’eleganza.

  1. Essere sempre in anticipo. Anche se può risultare poco elegante come consiglio, questo può essere la vera salvezza delle cerimonie. Per evitare di doversi ridursi all’ultimo, ricordando che le partecipazioni arrivano in media dai due mesi ai sei mesi prima, si può approfittare della stagione dei saldi prima del matrimonio, optando per una soluzione che, altrimenti, avrebbe richiesto una spesa più alta. I saldi, inoltre, possono essere sfruttati anche senza sapere del matrimonio: si possono comprare abiti che possono essere tenuti nell’armadio fino al momento giusto.
  2. Spendere meno senza rinunciare alla classe. Kate Middleton, Duchessa di Cambridge e donna più invidiata del mondo, si discosta molto dall’essenza che ha reso grande Lady Diana, madre del Principe William Duca di Cambridge: a differenza della moglie del Principe Carlo, Kate sceglie i suoi outfit nei cosiddetti grandi magazzini, facendo diventare Primark o Zara emblemi di stile e di eleganza. Perché non imitare la sua scelta e cercare la soluzione perfetta nei grandi – colossali – punti vendita dei brand commerciali? In questo modo si riusciranno a fondere bellezza e glamour con un costo contenuto.
  3. Un abito classico diventa splendente con gli accessori. Un classico tubino nero (o di altri colori), simbolo atemporale di eleganza femminile, comprato a costo basso in un grande negozio, può diventare un capo dalla bellezza unica attraverso la scelta di accessori esclusivi, a costo contenuto. Una borsa da mano, una delicata collana Swarovsky, un cappello anni ’50 ed un paio di guanti di seta nera potranno essere dei validi compagni di avventure per risultare affascinante – stile Colazione da Tiffany – senza spendere cifre esorbitanti.
  4. Unire l’utile all’esclusivo. Perché dover acquistare ad ogni costo un vestito che non sarà mai più usato? Optando per un abito lungo, piuttosto che uno di sartoria, il rischio sarà quello di tenere nell’armadio il capo fino a che le nuove generazioni non lo noteranno e lo vorranno. Puntando, invece, l’attenzione sul risparmio, si può scegliere di avere un outfit elegante che, però, può essere, con l’abbinamento di accessori diversi, riutilizzato nella vita quotidiana. Una salopette di seta, oltre adessere molto affascinante, può essere indossata anche per il saggio dei figli o per un’uscita tra amiche; altresì, un tallier classico nero può essere utilizzato anche per andare a lavoro o per una riunione importante.
  5. Il vintage è sempre elegante. Mai come oggi, i riflettori delle tendenze sono puntati a forme e tagli dal sapore Retrò e Vintage. Perché, allora, non dare un’occhiata all’armadio della mamma, proprio come si faceva da bambine, per scegliere i pezzi più belli e farli risplendere di luce nuova? In questo modo, oltre ad essere eleganti, si apprezzerà il valore della Moda di altri tempi, quella che non morirà mai.