Il lusso, i capi su misura e l’alta moda sono chiaramente appannaggio di chi ha grandi disponibilità economiche, tuttavia non è detto che non sia possibile vestirsi bene senza spendere una fortuna: lo stile e l’eleganza, infatti, non sono caratteristiche che si acquistano con il denaro, ma con il buon gusto.

A volte basta davvero soltanto evitare gli eccessi, farsi guidare dall’armonia e non voler sembrare quello che non si è per essere ben vestiti.

Galleria di immagini: Come vestirsi alla moda in 10 consigli di stile

Vediamo allora qualche regola da seguire e qualche consiglio che potrebbe tornare utile quando dobbiamo decidere come vestirsi bene senza spendere una fortuna.

  • Rifuggire dalla tentazione di acquistare una borsa Louis Vuitton o Chanel finta è il primo passo. I motivi per cui i falsi non vanno assolutamente comprati sono due: si vede che sono falsi e fanno del male agli originali. Non si può credere che una borsa pagata soltanto qualche decina di euro possa in qualche modo assomigliare a un prodotto di qualità, che racchiude in sé anni e anni di esperienza e tradizione artigianale: si vede al primo sguardo che si tratta di un oggetto in plastica e non di un pellame pregiato. Per di più, il commercio di merce contraffatta è un reato, punito dalla legge.
  • A una 2.55 di plastica, con le doppie C contraffatte posizionate o troppo in alto o troppo in basso, è preferibile una tracolla senza griffe ma realizzata con buoni pellami magari da un artigiano che applichi dei prezzi convenienti.
  • Stesso discorso vale per i tessuti pregiati, come la seta o il pizzo, che vengono riprodotti in maniera industriale e decisamente scadente, sia al tatto che alla vista, da catene di abbigliamento low cost. Le medesime catene vendono capi in cotone naturale o in lino molto più carini che sono assolutamente da preferire.
  • Gli abbinamenti armoniosi, sia per quanto riguarda i colori sia per tagli e volumi, sono la conditio sine qua non per vestirsi bene senza spendere una fortuna. Chi non ha grande dimestichezza con contrasti e abbinamenti ton sur ton è bene rimanga su un sentiero più tradizionale, scegliendo colori “facili” come quelli pieni (si possono far veri disastri con i colori pastello o quelli più polverosi).
  • Quando si hanno dei dubbi, è sempre bene attenersi alla regola per cui a dei pezzi basic, come un pantalone nero o una gonna a sigaretta, che possono essere acquistati anche a poco prezzo in qualsiasi catena di abbigliamento, si dovrebbe abbinare almeno un pezzo più importante, come una décolleté di qualità o una camicetta di seta.
  • Altra regola fondamentale, da tenere sempre a mente, è che si può indossare anche un tubino acquistato in un mercatino a pochi euro ed essere ben vestire: l’importante è essere in ordine, senza biancheria intima in bella vista e con gli abiti ben lavati e stirati.