Tutte le donne sanno che non è così facile capire come vestirsi bene tutti i giorni: può trattarsi, infatti, di vestirsi bene in ufficio come di vestirsi bene per andare a scuola, di vestirsi per un aperitivo con le amiche come per una cena romantica, quindi di pensare a tante occasioni differenti. Nonostante la diversità delle occasioni da affrontare e di conseguenza dei look a cui è necessario dare vita, esiste una serie di semplici regole, con relativi consigli, che aiuta a capire come vestirsi bene tutti i giorni. Ovviamente per vestirsi bene bisogna tenere conto anche degli abbinamenti di tendenza, dei colori che stanno bene alle castane o alle bionde, e di come scegliere l’abbigliamento giusto in base al fisico.

Tuttavia le regole generali possono essere di grande aiuto al mattino quando si apre il guardaroba scrutando tutti i suoi angoli e cercando di capire cosa indossare: ecco, allora, come vestirsi bene tutti i giorni.

Galleria di immagini: I 10 capi per costruire un guardaroba perfetto

  • Pezzi classici. Per essere sicure di vestirsi bene tutti i giorni è fondamentale riempire il proprio guardaroba di pezzi classici, must have, per dare vita a outfit “salvavita” con cui, almeno nelle occasioni cui si tiene di più, non si potrà sbagliare. Qualche esempio? Tubino nero, jeans, blazer e camicia bianca, scarpe décolleté nere.
  • Capi colorati e allegri. I colori neutri sono i più semplici da abbinare, ma è importante aggiungere per i propri look dei tocchi di colore più acceso qua e là. Se non amate le tinte sgargianti potete optare per i pastello, anche in piccole quantità, magari per gli accessori come un foulard o una borsa.
  • Le misure giuste. Per vestirsi bene è importante che i vestiti stiano bene. Questo accorgimento apparentemente banale è alla base dei look ben riusciti: se un abito è bello ma è troppo grande o troppo aderente, infatti, la misura sbagliata sarà la sola cosa che si noterà. Attenzione dunque al momento dell’acquisto: meglio provare tutto e, in caso, ricorrere a un sarto per i ritocchi necessari.
  • Occhio al fototipo. Il fototipo, il colore della pelle, degli occhi e specialmente dei capelli sono importanti per la scelta delle tinte da indossare e da preferire. Il rosso per esempio sta bene a tutte, mentre i colori pastello sono perfetti per le bionde. Il fucsia e il blu navy esaltano le castane.
  • Tenete conto dell’occasione. Alla base di un outfit perfetto anche l’attenzione per la scelta dei capi in relazione all’occasione: un look perfetto per un’occasione informale come un aperitivo per le amiche non può rivelarsi altrettanto indovinato, per esempio, per un appuntamento di lavoro.
  • Programmate gli outfit. A meno che non siate così fortunate da avere un guardaroba infinito, è fondamentale basare gli outfit su un minimo di programmazione, così da non uscire per due giorni della stessa settimana con look uguali o da avere sempre l’occorrente pronto, lavato e stirato, proprio per quando vi servirà.
  • La regola dei 3 colori. Se non avete dimestichezza con i colori e temete di sbagliare gli abbinamenti, per accoppiarli scegliete tre tinte, due di base, neutre o sobrie come il blu scuro, e una terza più viva, per piccoli particolari. In alternativa utilizzate la ruota dei colori per accostate i colori analoghi (vicini nella ruota), per un risultato armonico, e i complementari (opposti nella ruota), per un risultato drammatico.
  • Gli accessori. Gli accessori non possono mancare, e specialmente borsa e scarpe sono da scegliere soprattutto in base all’occasione. In ogni caso meglio non esagerare mai con grandezza e quantità: non caricatevi di cappello, occhiali da sole, sciarpa, guanti, altrimenti sembrerete un investigatore privato in incognito. Alla stessa maniera se optate per orecchini importanti limitate il resto dei gioielli preferendo pezzi semplici.
  • Aspetto curato. Infine, vestirsi bene vuol dire anche curare il proprio aspetto, avere capelli puliti e sistemati e almeno un filo di trucco se necessario. Gli abiti poi devono essere integri, puliti e ben stirati.