Quello che stiamo vivendo sembra essere un periodo soggetto ad avvenimenti spaziali che si rincorrono uno dopo l’altro: poco tempo fa abbiamo parlato del satellite UARS, che in seguito ad allarmismi tra la popolazione, si è schiantato pare a largo delle isole Samoa. Dopo un primo satellite anche un secondo, Rosat, dovrebbe seguire la stessa scia e atterrare così sul globo tra poco più di un mese, mentre lo scorso weekend si è parlato di pioggia di stelle cadenti a centinaia nei nostri cieli.

Conclusi i satelliti e le stelle cadenti diamo il benvenuto a Elenin, la stella cometa scoperta un anno fa dallo scienziato Leonid Elenin, da cui il nome.

Galleria di immagini: Cometa Elenin

La cometa, secondo le analisi dei ricercatori, sarebbe dovuta passare vicino alla terra durante questo weekend, tanto da essere visibile agli occhi della popolazione. Tuttavia, come le profezie del 2012 insegnano, molte persone non si sono tirate indietro vista l’occasione, e hanno pensato bene di distorcere gli studi originali per trasformarli in catastrofi globali e fomentare in questo modo gli allarmismi che si creano così facilmente.

Ci sono varie teorie proposte da coloro che vedono di più rispetto al semplice passaggio di una cometa, e toccano molti aspetti extraterrestri. Alcuni sostengono che dietro la coda della cometa Elenin ci possa essere nascosta una flotta di alieni pronti a invadere il nostro pianeta, altri ci vedono nascosto il pianeta Nibiru, o pianeta X. Più catastrofici ancora coloro che dichiarano che il pianeta Nibiru entrerà in collisione con il nostro pianeta, provocandone la distruzione, oppure ci sono altri ancora che sono convinti del fatto che la coda contenga sostanze letali che chiaramente, ci uccideranno tutti. Non viene escluso però anche il complottismo da parte della NASA, secondo il quale il nome stesso della cometa nasconde un messaggio in codice in grado di avvertire i più colti, interpretando Elenin come “Extintion Level Event Notable Impact Nemesis”.

Nonostante ciò sembra che la cometa, essendo già piccola, al passaggio vicino al sole si sia frantumata in piccoli pezzi, e a addio ad alieni, pianeti nascosti e altre nefaste previsioni. Ma per gli amanti della fine del mondo, niente si da per scontato: c’è anche chi sostiene l’ipotesi di un frammento impazzito che distruggerà il pianeta non si sa in che modo. Da tutte le diverse versioni sembra che la specie umana non sopravviverà oltre questo weekend. Estremo scetticismo o estrema esaltazione?

Fonte: Corriere della Sera