Bambini incollati col nastro adesivo al muro, trascinati per il supermercato con il guinzaglio, lanciati in aria contro il soffitto, soggiogati dalle borse nel passeggino, fatti giocare con armi vere. È incredibile il numero di comportamenti inqualificabili dei genitori che si trovano comunemente in Rete. C’è chi li cataloga.

Il blog di riferimento, negli Stati Uniti, è ParentFail (errori dei genitori), che raccoglie le immagini e i video di genitori che, secondo quanto riporta lo stesso sito nel suo sottotitolo, “provano come certe persone semplicemente non dovrebbero procreare”.

Galleria di immagini: Pessimi comportamenti dei genitori

Il sito cataloga i comportamenti dei genitori secondo una classificazione che la dice lunga: animali e bambini, errori dei papà, errori della mamma, ahi!, disastri annunciati, eccetera. Al loro interno si possono vedere cose che fanno accapponare la pelle, come papà che lasciano cadere a terra il figlio per prendere una palla fuori campo durante una partita di baseball, oppure – sezione particolarmente ricca negli States – genitori che lasciano a bimbi piccoli armi più grandi di loro, vere e soprattutto pericolose.

Vanno forte anche le più assurde ambiguità sessuali, come pose sexy e dolci a forma fallica. Un conto, come abbiamo scritto tempo fa, è parlare serenamente di sesso ai {#bambini}, un altro è banalizzarlo.

Naturalmente questo genere di siti ha una funzione di shock anche divertito, ma questo non vuol dire che non siano utili. A volte, infatti, guardando con un occhio esterno i comportamenti altrui possiamo riflettere meglio ed evitare di imitarli.

Forse però l’elemento più doloroso di queste immagini, è scoprire come tra la semplice sciocchezza e la crudeltà ci sia una stretta parentela. Come dimostra il video qui sotto, che mostra una famiglia che gioca un brutto scherzo a un bambino durante un Natale: la scatola sembra quella di una X-Box, ma dentro, si scopre, ci sono solo degli abiti. Giusto, se non ci può permettere un regalo costoso, farlo capire al bambino. Ma ridere della sua illusione è proprio un comportamento da condannare.