Cattive notizie in arrivo per tutte quelle donne che trascorrono molte ore incollate allo schermo del PC. Che sia per lavoro o per divertimento, stare molto tempo davanti al computer in modo scorretto influisce negativamente sull’aspetto delle donne, in particolare sul loro viso.

Secondo uno dei più famosi chirurghi plastici inglesi, Michael Prager, il fenomeno si chiama “Computer Face“, ovvero faccia da computer, e interessa tutte quelle donne che assumono le posizioni più errate quando lavorano al computer.

I risultati? Guance non più toniche, doppio mento e rughe del contorno occhi e della fronte. Capita, infatti, che nel tentativo di leggere meglio ciò che c’è scritto sul monitor di fronte a noi, si aggrotti la fronte o si strizzino gli occhi supportando, così, lo sviluppo delle tanto temute rughe d’espressione.

Quando, invece, ci si ritrova a guardare verso il basso il PC per un tempo prolungato, magari in una posizione totalmente scorretta, il rischio di doppio mento è in agguato a causa dell’accorciamento della muscolatura del collo.

Cosa si può fare per rimediare? Il consiglio del chirurgo Prager è quello di fare delle pause, così da riallungare i muscoli fino a quel momento contratti.

Inoltre, potrebbe essere utilissimo posizione uno specchio di fronte a sé, in modo da osservare il proprio volto mentre si sta al PC e, quindi, le espressioni e le posizioni assunte.