In tutta l’Italia, nell’intero arco della nostra penisola, è come una gara fra le Amministrazioni Comunali e le Camere di Commercio per ridare slancio all’edilizia italiana.

Due iniziative che meritano una segnalazione. Da Milano ci giunge notizia di una iniziativa comunale rivolta alla ristrutturazione di imprese in crisi, mentre da Campobasso, nel Molise, si segnala un percorso formativo sulle strategie di risparmio energetico e sull’edilizia sostenibile. Due iniziative mirate al rilancio dell’edilizia nel territorio. Leggiamole in dettaglio.

Il Comune di Milano ha siglato un protocollo di intesa con i sindacati allo scopo di promuovere la creazione di un fondo per l’edilizia e incentivare le ristrutturazioni delle imprese favorendo la nascita di start-up e spin-off nelle zone con attività produttive esistenti.

Il protocollo siglato dal Comune di Milano, quindi, prevede incentivi per l’insediamento di start-up e spin-off nel territorio e la nascita del fondo per l’edilizia sociale allo scopo di finanziare la costruzione di nuovi alloggi o ristrutturare case sfitte.

Sono poi previsti altri incentivi per sostenere attività produttive già esistenti nel territorio e favorire, nel contempo, la nascita di nuove imprese negli stessi siti. Naturalmente ci saranno dei limiti agli incentivi, allo scopo di evitare speculazioni sulle zone industriali.

Spostiamoci a Sud e in Molise troviamo una iniziativa della Camera di Commercio di Campobasso per l’edilizia sostenibile, che promuove percorsi formativi gratuiti per le imprese del settore e i professionisti dell’edilizia della Provincia di Campobasso.

La Camera di Commercio di Campobasso promuove, infatti, il progetto “Sostenibilità nelle filiere molisane: azioni di sensibilizzazione e assistenza all’applicazione di modelli di sviluppo innovativi”. Il corso è di 40 ore per gli operatori della filiera dell’edilizia e i professionisti del settore, come ingegneri, architetti e geometri.

Il percorso formativo, avviato ai primi di novembre, durerà anche per tutto il mese di dicembre ed è mirato a favorire l’approfondimento di tutte le tematiche che ruotano intorno all’edilizia sostenibile, comprese le varie strategie di risparmio energetico.

È un vero piacere apprendere notizie mirate a smuovere dallo stallo un settore primario dell’economia italiana, strumento a grande potenziale d’occupazione oltre che principale fornitore di quel bene primario che è la casa, oltre che naturalmente i luoghi di lavoro.

Attraverso la ristrutturazione e il recupero dell’esistente, oltre che con l’attenzione a strategie valide per il risparmio energetico, solo la ripresa dell’edilizia potrà risolvere il grave problema dell’emergenza abitativa che affligge oggi tutto il Paese. Ben vengano, dunque, queste iniziative e questi esempi di alternative per affrontare e superare la crisi.