Con il gran caldo estivo, alcuni {#alimenti} e molti prodotti ortofrutticoli vanno a finire direttamente nel cestino della spazzatura una volta arrivati a casa. Secondo Coldiretti, fino al 25% della frutta e della verdura appena acquistata viene buttata perché eccessivamente matura.

Con le alte temperature infatti, si verificano i maggiori problemi di conservazione degli alimenti e ciò può inficiare negativamente anche sul conto delle famiglie, che con l’arrivo della calura devono già provvedere ad acquistare più acqua, gelati e affrontare maggiori spese energetiche per condizionatori e ventilatori. Come tutelarsi dunque e conservare frutta e verdure al meglio?

La Coldiretti ha elaborato un vademecum con cui fornisce dieci consigli da seguire per mantenere frutta e verdure in maniera più fresca possibile ed evitare che si rovinino per il caldo. Seguendo attentamente i punti del decalogo, si potranno così evitare gli sprechi e risparmiare nella spesa.

Innanzitutto si consiglia di fare piccoli acquisti, che siano ridotti e prolungati nel tempo, e scegliere quei frutti con il giusto grado di maturazione, che non siano rovinati, appassiti e con aspetto turgido. Attenti all’etichetta e preferite acquistare i vostri prodotti direttamente nelle produzioni locali, o comunque in quei mercati degli agricoltori di campagna amica, poiché i loro prodotti non sono soggetti a lunghi tempi di trasporto e dunque non si deteriorano col caldo.

Preferite varietà di stagione e, nell’acquisto, frutti interi poiché si conservano più a lungo. Evitate di lasciare frutta e verdura sotto il sole e, in caso in cui portaste la vostra spesa a casa con un’auto climatizzata, riponete i vostri acquisti nel sedile posteriore.

Utilizzate contenitori, meglio se di carta, per mantenere separate le diverse varietà di frutta e verdura, inoltre consumate a breve quella più matura, che va subito riporta in frigorifero, lontana però dalle pareti refrigeranti. La frutta che può durare di più, può essere conservata anche in un portafrutta al buio, coperta da un tovagliolo.

Infine, attenti a stendere la frutta sul contenitore, così da evitare ammaccature e sviluppo di marcescenze.

Per combattere le ondate di calore e garantire al corpo una corretta idratazione, si dovrebbero mangiare ogni giorno cinque porzioni di frutta e verdura. La frutta fresca contiene fino al 90% di acqua e, mangiarla, è il miglior modo per combattere caldo e sudorazione, suggerisce la Coldiretti.

Del resto, si tratta di {#alimenti} poco calorici, fonti di vitamine, sali minerali e liquidi preziosi, che non devono mai mancare sulla nostra tavola e in particolar modo in estate, dove è importante farne scorta.