Nella sua ultima produzione, Pupi Avati, sembra aver abbandonato le vecchie atmosfere del recente passato. Il regista bolognese ha più volte dichiarato, in questi ultimi giorni, che i suoi prossimi film si occuperanno del presente. “Il figlio più piccolo”, che sarà disponibile nelle sale a partire dal 19 febbraio prossimo, rappresenta l’inizio di questo nuovo percorso del regista.

La pellicola, infatti, poserà lo sguardo sulla corruzione aziendale e gli incroci fra politica ed economia. Fra gli interpreti principali del film troveremo Laura Morante, Christian De Sica, Luca Zingaretti e Sydne Rome, il regista ha ammesso, inoltre, che molte vicende contenute all’interno del film sono state ispirate da fatti di cronaca realmente accaduti in questi ultimi anni.

Con “Il figlio più piccolo” Pupi Avanti termina la trilogia dedicata alla figura del padre iniziata con “La cena per farli conoscere” e proseguita con “Il papà di Giovanna”, e mostra il personaggio più cupo dell’intera trilogia. Da segnalare la prima interpretazione drammatica in un film per Christian De Sica, da sempre mattatore dei cinepanettoni natalizi, e specializzato in ruoli comici.