I viaggi sono qualcosa a cui gli italiani sembrano non voler rinunciare nonostante la crisi economica. Si risparmia sulla spesa, sugli acquisti, sulle uscite, ma non sulle vacanze. Tuttavia, visto che la crisi sta facendo sentire i suoi effetti in maniera sempre più marcata, ecco che il mondo del turismo si evolve in modo da andare in contro alle esigenze di tutti.

Galleria di immagini: Mete originali per l'autunno

Nasce da questa idea Family Travel, il social network del viaggiatore in tempo di crisi. La filosofia di questa nuova tipologia di turismo, che sembra già essere una delle protagoniste della prossime fiere, si basa sul fatto di viaggiare appoggiandosi alle persone locali.

In effetti, chi meglio di una persona locale può presentare la zona a 360 gradi? Dai pub più cool alle spiaggette nascoste, dai ristoranti più caratteristici agli hotel più economici, una persona può entrare “in confidenza” con un luogo in pochissimo tempo senza bisogno di guide turistiche e manuali.

Ma come funziona di preciso questo processo? Ci si iscrive al sito al costo di 1 euro e si inizia ad inserire i dati personali o relativi alla propria famiglia, se si preferisce viaggiare in gruppo. Da questo momento si potrà così entrare in contatto con altri viaggiatori interessati a mettere in atto questo scambio di informazioni, viaggiando tanto e spendendo poco.

Fonte: Il Giorno