Fino alla scorsa settimana era solo un’ipotesi, ma la notizia è stata finalmente confermata: il 9 aprile partirà la nuova edizione de “La Pupa e il Secchione“, reality show a sfondo “culturale”.

Al timone di questa edizione non poteva mancare Enrico Papi, il presentatore che ha magistralmente condotto la prima edizione nel 2006. Il conduttore di “CentoxCento” ha più volte spiegato di essere molto legato al programma in quanto ha dato una sua particolare interpretazione al format.

Ad affiancare Papi ci sarà la bellissima Paola Barale, la quale ha partecipato a La Talpa nel 2008 come inviata e aiutante di Paola Perego. Lo scorso anno poi, ha partecipato come giurata a “Vuoi ballare con me?”, il reality show di SKY Uno condotto da Lorella Cuccarini.

La famosa formula del programma sarà sempre la solita: si formeranno delle coppie e i secchioni avranno il compito di preparare le pupe per l’interrogazione settimanale del prof. Papi.

Come “secchioni” la produzione ha scelto ragazzi molto intelligenti, contrapponendo il loro cervello al fascino delle pupe. Al contrario dei secchioni, le pupe hanno due requisiti: la bellezza e la scarsa preparazione su argomenti di “cultura generale”.

Oltre alle domande di storia, geografia o italiano, anche i secchioni saranno sottoposti a prove d’abilità o forza e dovranno prepararsi sotto l’attenta guida delle pupe.

Il problema ora è un altro: è giusto che le lacune culturali delle ragazze scelte come “pupe” vengano messe sotto i riflettori? È pur vero che esiste un contratto e che le bellissime donne scelte come concorrenti sono ben consapevoli di cosa le aspetta durante il gioco.

Inoltre, bisogna considerare che la TV italiana si sta dirigendo sempre più verso uno spettacolo di tipo trash: le emittenti stanno trasmettendo sempre più spesso litigi in TV e, anche durante la scorsa edizione del programma, passarono alla storia i litigi tra Vittorio Sgarbi e Alessandra Mussolini, entrambi membri della giuria.

Staremo a vedere la risposta del pubblico al ritorno del reality show: sarà un successo oppure il format si rivelerà un vero e proprio fiasco?

Ecco uno dei litigi tra i due giurati della passata edizione: