Congelare un ovaio all’età di 20 anni sarebbe un’ottima soluzione per avere la sicurezza di dare alla luce bambini sani. In effetti a un’età giovane, compresa tra i 20 e i 28 anni, l’apparato riproduttivo di una donna è nelle condizioni migliori per una gravidanza di successo. Quindi si è pensato di esportare e congelare un ovaio in modo da evitare eventuali problematiche che si potrebbero sviluppare con il passare degli anni.

La tecnica è stata messa a punto dai ricercatori della clinica St.Luke di Saint Louis nel Missouri, guidati dal dottor Sherman Silber, il quale ha già effettuato nel 2007 il primo trapianto di ovaio congelato. Da quel momento, negli Stati Uniti sono stati effettuati altri tre trapianti di tessuto ovarico utilizzando tessuti congelati. In tutto il mondo attualmente si contano 23 bambini nati con questa tecnica.

Il Dottore Sherman Silber dichiara:

Una donna potrebbe congelare le ovaie all’età di 19 e all’età di 40 anni avere delle ovaie 19enni.

I ricercatori stessi tuttavia, dichiarano che la nuova tecnica è ancora da studiare e deve essere perfezionata. Inoltre, rimangono ancora molte polemiche in quanto non esistono ancora statistiche sul numero di successi e insuccessi ottenuti.