“L’uomo, questo sconosciuto”: quante donne l’avranno pensato almeno una volta nella vita, ma grazie a un recente sondaggio eseguito da Cosmopolitan USA su un campione di uomini in età da {#matrimonio}, emergono finalmente importanti consigli per capire l’universo maschile e riuscire così a conquistare l’uomo dei sogni con semplicità.

Proprio la semplicità è la parola chiave per aprire la porta del cuore del partner. L’uomo, si sa, ha una una modalità di ragionamento meno complessa di quella femminile: se per un attimo le donne potessero chiudere gli occhi immaginando di essere il proprio amato, il mondo diventerebbe noioso perché non ci sarebbero scontri tra i sessi.

La prima mossa vincente che renderà irresistibile la donna è perciò la comprensione, che per la maggior parte degli uomini è la prima virtù che la partner ideale deve possedere, oltre a un fisico piacente. Essere comprensive con un atteggiamento da novella Nikita è sicuramente poco credibile, ecco perché gli uomini cercano una compagna che non sia aggressiva nei loro riguardi.

Molti uomini, infatti, temono l’aggressività femminile: provate a immaginare che cosa potrebbe significare rientrare a casa dopo una lunga giornata di lavoro ed essere attaccati ingiustamente, messi sotto torchio con mille interrogativi inutili che hanno il solo scopo di creare stress.

Si prosegue, poi, con il rispetto dei tempi. Si potrebbe immaginare l’uomo come un buon vino: bastano pochi minuti di decantazione dopo un battibecco per ritrovare il compagno innamorato e bontempone, che avevamo lasciato nel letto la mattina stessa.

L’uomo, poi, si trova sempre a disagio davanti a una compagna appassionata di interrogatori polizieschi: è inutile insistere, l’uomo ha bisogno di tempo per pensare e per ragionare una risposta ponderata. Le domande provocatorie a bruciapelo, come “Sei arrabbiato con me?” oppure “A cosa stai pensando?”, imbarazzano e spiazzano completamente gli uomini, i quali sono meno avvezzi a riempirsi la mente con questioni di dubbia utilità.

D’altro canto, l’uomo non riesce proprio a capire cosa spinga la sua compagna a nascondere un malessere per poi scoppiare come una bomba a orologeria: il {#sesso} maschile è immediato nel suo linguaggio, quindi sarà inutile fare le misteriose se c’è qualcosa che non va, soprattutto se la cosa che non va lo riguarda.

Il genere maschile detesta litigare, ma qualora si verificasse questo dramma apocalittico, il tutto ha senso in un’ottica di ritorno alla pace. L’uomo vede la quiete dopo la tempesta, infatti, come un’occasione per scambiare coccole e ricevere amore dalla propria amata, magari divertendosi insieme a preparare una sexy cena a lume di candela.

Le donne del 2000 non passeranno alla storia per il loro romanticismo, ma sappiate che i complimenti, le sorprese inaspettate, il dolce preferito, per non parlare dei biglietti d’amore che vengono immediatamente custoditi nel portafoglio, diventando ricordi essenziali in un momento di nostalgia: saranno sempre ben accetti dal principe azzurro.

Un altro consiglio pratico è dimenticare volutamente il cellulare per parlare con le amiche: è meglio farlo quando lui non c’è, per evitare che si senta un cucciolone abbandonato.

Ma se il vostro intento è imprigionarlo in casa anche il mercoledì sera, ebbene tutti questi accorgimenti non lo fermeranno davanti alla partita di calcio o alla birra con gli amici: sono i momenti a cui l’uomo non rinuncerà mai, nemmeno per scherzo.