Il primo appuntamento mentre si ha il ciclo mestruale? Niente di più sbagliato. Se si vuole conquistare un uomo durante un corteggiamento è meglio scegliere il proprio periodo fertile che non quei cinque giorni in cui si è gonfie e magari doloranti. A dirlo gli scienziati dell’Università del Nuovo Messico, anche se forse si tratta di una cosa che le donne intuiscono da sempre.

Il problema non sarebbe nel gonfiore e nel dolore, ma semplicemente nel fatto che gli uomini percepiscono quando la donna è più fertile e ricettiva, per una questione di ormoni. Per questa ragione un primo appuntamento nei giorni dell’ovulazione ha più probabilità di successo che non durante le mestruazioni. Il corteggiamento in fondo è anche istinto e l’uomo è un animale, anche se la ragione prevale di gran lunga sugli istinti.

Inoltre, nel discorso ogni donna ci vedrà anche una questione di autostima: nessuna ragazza si sente bella quando ha le mestruazioni, nessun abito calza nel modo giusto, ci si sente strane e inadeguate anche con il più meraviglioso dei vestiti e quindi si potrebbe essere restie a fare il primo passo. Il che a un primo appuntamento non è mai ottimale.

Gli scienziati in questione hanno aggiunto anche un’interessante postilla sull’utilizzo della pillola anticoncezionale, che a quanto pare influisce negativamente sul fascino esercitato sugli uomini. Va da sé che il genere umano possiede l’istinto di sopravvivenza della specie e che quindi anche gli scapoli più restii a mantenere il proprio status, a livello inconscio desiderano in fondo un figlio.

Fonte: Sheknows.