Anche se in commercio ormai si trova davvero di tutto, per quanto riguarda la cucina non c’è soddisfazione maggiore del prepararsi i piatti da sé. Chiunque si avvicina all’arte culinaria non può che rimanerne affascinato e difficilmente smetterà di cucinare.

Una parte fondamentale dell’arte culinaria sta nei segreti di conservazione del cibo.

Soprattutto per chi non ha tempo tutti i giorni di fare dei piatti elaborati è molto utile imparare come conservare i cibi. Vediamo come è possibile conservare la pasta fatta in casa.

Preparare la pasta fresca in casa è piuttosto semplice e – soprattutto dopo che si è preso confidenza con le varie tecniche- è molto divertente preparare tutti i diversi formati.

Una volta stesa la pasta si può procedere al taglio in base al formato prescelto. Dopo che avrete tagliato la pasta è importante lasciarla asciugare in un ambiente non troppo umido e al riparo dalla luce diretta del sole. Per accelerare l’essiccatura basterà cospargere la pasta con abbondante farina.

Ci sono poi due soluzioni per la conservazione: in frigorifero, in un contenitore nel chiuso, la pasta si conserva anche fino ad una settimana; altrimenti si può ricorrere al congelatore, anche se la pasta potrebbe rompersi una volta messa in cottura.