Come scrivere un curriculum vitae? A prima vista potrà sembrare una cosa semplice, ma quando ci si trova di fronte a quel foglio bianco non si sa mai da dove cominciare. Spesso la griglia rigida del curriculum europeo crea più confusione che altro.

Ecco quindi qualche consiglio degli esperti.

Per prima cosa è sempre utile rivolgersi a uno specialista del settore a cui mandate il curriculum. Se, per esempio, dovete inviare la domanda a una redazione giornalistica, sarebbe consigliabile parlare prima con qualcuno dell’ambiente, possibilmente proprio un addetto della selezione. In questo modo vi consiglierà quali parole usare e quali evitare. È importante, però, che a compilare il curriculum siate sempre e solo voi.

Seconda cosa, non certo per ordine d’importanza, è considerare il vostro curriculum come un documento di marketing. L’errore in cui inciampa la maggior parte delle persone è creare un curriculum come se fosse un elenco della spesa, dove ovviamente invece delle cosa da comprare, ci sono le vostre esperienze.

Poiché chi seleziona si trova spesso con centinaia di curriculum al giorno da analizzare, bisogna che il nostro attiri la sua attenzione, deve fargli venir voglia di conoscerci. In poche parole:

Il curriculum è una pubblicità del candidato.

Per questo motivo si consiglia di mettere all’inizio della pagina i motivi per cui dovrebbero scegliere proprio voi. Spesso, infatti, questa è una domanda che viene fatta durante i colloqui di assunzione.

Quando inserite le vostre esperienze passate, cercate di indicare anche gli obiettivi raggiunti oppure, a seconda dell’occupazione, citate i vostri migliori lavori: il curriculum è un proprio spot promozionale, non è ammesso alcun errore di valutazione.

Adesso non vi rimane che iniziare a scrivere tenendo presente questi consigli, forse non vi assumeranno subito, ma sicuramente vi farete notare.