Arriva il caldo e quindi anche la voglia di scoprirsi. Dopo i grigiori dell’inverno, il sole che comincia a riscaldare l’ambiente invita a esporre qualche centimetro di pelle in più: a cominciare dai piedi, di solito la parte del corpo meno curata durante la stagione invernale, perché considerata a torto meno importante. Salvo poi cercare di correre ai ripari in extremis non appena i negozi di calzature espongono i primi fantastici modelli di sandalo.

Tutte pronte ad adoperare i rimedi fai da te o a programmare cure estetiche in centri specializzati. In realtà spesso basta poco per riavere piedi vellutati e in forma. A meno che non si debba fare i conti con le fastidiose micosi alle unghie e alle dita. Non è necessario frequentare posti a rischio, come le piscine, per vedere comparire quelle antiestetiche macchie giallastre sulle unghie, è sufficiente abbinare i primi caldi con l’umidità che si forma nelle scarpe. Il livello di rischio insomma è alto per tutti.

Galleria di immagini: Cura dei piedi

Questo tipo di disturbi nelle fasi più gravi possono diventare cronici. In questi casi diventa necessaria la visita dal podologo o dermatologo che potrà consigliarvi quale cura risulterà più efficace. È bene essere consapevoli che sono problemi difficili da debellare e quindi il tempo di cura potrà risultare abbastanza lungo.

In caso di infezioni più leggere si potrà provare con qualche buona abitudine e cure omeopatiche dolci. Ecco alcuni consigli:

  • Tenete le unghie sempre corte asciutte e pulite. È consigliabile una buona pedicure almeno due volte a settimana. Basterà immergere i piedi in acqua tiepida per 10 minuti aggiungendo se si soffre di eccessiva sudorazione dei preparati a hoc: oli essenziali, amido, erbe particolari come menta e lavanda;
  • Non è stato dimostrato scientificamente ma pare che funzioni anche l’aceto. Basterà preparare una miscela composta da una parte di aceto e due di acqua tiepida. È possibile fare una pedicure quotidiana che duri 15-20 minuti. Se però il composto provocherà dei fastidi, basterà ridurre l’utilizzo a due volte a settimana e aumentare la dose di acqua;
  • Tagliate le unghie avendo cura di non toccare i lati. Limate il più possibile cercando di asportare la parte biancastra o giallastra che si forma sotto l’unghia in caso di micosi;
  • Asciugate perfettamente i piedi passando tra le dita un batuffolo di ovatta. Tralasciare questo passaggio significherà creare terreno fertile per il diffondersi del fungo;
  • Cospargete le unghie con polvere antifunginea: ne esistono di diversi tipi sia in farmacia che in erboristeria, si può utilizzare anche della polvere aspersoria di seta che ha un potere assorbente di molto superiore al talco. Efficaci anche le creme a base di calendula o phytolacca e l’olio dell’albero del tè;
  • Ricordate di sterilizzare sempre il set per il pedicure tra un utilizzo e l’altro. Basterà porre gli strumenti in acqua bollente per 20 minuti per avere un risultato simile a quello dello sterilizzatore;
  • Per chi frequenta piscine, docce o spogliatoi ricordarsi di non camminare mai scalzi. Basteranno delle semplici ciabattine infradito;
  • Indossate sempre le calze giuste. Quelle sintetiche che facilitano la traspirazione sono da preferire. Si potranno indossare anche al di sotto di quelli di cotone o lana. Ricordate di cambiarle spesso e di lavarle a temperature molto alte utilizzando un detersivo adatto. Quando è possibile alternate le scarpe aperte a quelle chiuse. Consentirete al vostro piede di respirare.

Un consiglio difficile da seguire sarà quello di eliminare lo smalto e non utilizzare mai le unghie finte. Quando si è in presenza di antiestetiche macchie il primo soccorso fai da te è sicuramente quello di nasconderle con uno smalto magari di un colore acceso. Niente di più sbagliato lo smalto, infatti, può intrappolare l’umidità aggravando l’infezione.

Ma come fare a esporre il proprio piede senza quel tocco finale così fashion? Nessuna paura: molti smalti ormai svolgono anche una funzione antimicotica. Quindi, per non rinunciare alla moda, basterà scegliere il cosmetico giusto.