Chi festeggia bene il Capodanno, festeggia tutto l’anno. Ecco la parola d’ordine per tutte le coppie che si apprestano a celebrare la notte più lunga del 2012, quella che traghetta verso il 2013 tra musica, balli, spumante e un po’ di sano romanticismo.

Già, il romanticismo: il principale ingrediente per passare un capodanno 2013 di fuoco, unendo il divertimento con i piaceri della tavola e i piaceri del “dopocena”, indissolubilmente legati a dei momenti di sesso con il proprio partner o con un partner occasionale.

=> Scopri il sesso occasionale senza sensi di colpa

Per prepararsi a questo momento topico – che secondo la tradizione potrebbe condizionare tutti i momenti privati del nuovo anno – occorre innanzitutto l’acquisto di un abbigliamento intimo per l’occasione, sia da parte delle donne sia da parte degli uomini: in entrambi sono banditi slip ascellari. E la frase “ma tanto non li vedrà mai” non dev’essere nemmeno pensata. Per lei, meglio un paio di culotte (vanno di moda più dei perizomi d’assalto) e un reggiseno leggermente imbottito ma senza eccessi. Per lui, dei boxer sobrii, abbastanza aderenti. Il colore? Per entrambi, un rosso classico non troppo sgargiante, ideale per chi vuole sedurre con garbo e vuole iniziare il 2013 facendo sesso.

=> Scopri le acconciature di Capodanno 2013

Fase due: la cena. Anche la cena è propedeutica a un capodanno di fuoco, visto che non deve essere troppo pesante ma nemmeno troppo povera, visto che l’ultima notte del 2012 è ancora molto lunga. Un po’ di carboidrati non devono mancare perché aiutano a mantenere le energie per il ballo di mezzanotte e per l’attività successiva. Come secondo non deve mancare del cibo che migliora la circolazione sanguigna e favorisce l’eccitazione: quindi no a fritti e a piatti di carne molto unti e sì a piatti a case di melissa, prezzemolo, peperoncino e basilico oppure con zafferano e noce moscata. Quest’ultima, usata con parsimonia, pare che riesca a risvegliare la libido. Sì anche al pesce, abbastanza facile da digerire. No a caviale e tartufo e soprattutto no al cacao: se da un lato fa impazzire la mente, dall’altro pare che abbia una sorta di funzione appagante.

Prima di dare “fuoco” alla passione, c’è ancora da festeggiare la mezzanotte. Intanto, si può iniziare a far ribollire il sangue al proprio partner con paroline dolci, doppi sensi e complimenti. Insomma: il corteggiamento di mezzanotte è l’innesco che porta la coppia a iniziare meglio il 2013. Ad aiutare la mente a liberare la fantasia aiuta senz’altro uno o massimo 2 bicchieri di spumante, fresco e con le bollicine. Attenzione a non esagerare, perché a dosi elevate, l’alcol può portare sonnolenza e può togliere quel dolce romanticismo piccante che si è creato piano piano durante tutta la sera.

=> Scopri il sesso da apocalisse

Una volta sentiti e festeggiati i rintocchi della mezzanotte, come Cenerentola ci si può elegantemente congedare dagli amici e ritirarsi a proseguire la festa in privato col proprio partner dando libero sfogo alla fantasia: un uomo potrebbe impazzire nel vedere che la propria donna, andando a casa in macchina, inizia a sfilarsi le mutandine e le dona al proprio cavaliere con dolcezza e con malizia. È un invito a essere presa. Ma visto che lui sta ancora guidando, sa che dovrà attendere. Una volta a casa, se si ha la possibilità, si può approfittare del buio e dell’assenza di case vicini per far l’amore sotto le stelle, mentre il resto del mondo è ancora intento a festeggiare e a illuminare il cielo coi fuochi d’artificio.

Un ultimo consiglio: visto che la profezia Maya non si è avverata e che il mondo continuerà a esistere, meglio usare le dovute “precauzioni” ed evitare una sorpresa indesiderata a fine settembre.