L’influenza è in agguato e sta per raggiungere il suo picco massimo stagionale. Molti si devono cautelare per non rischiare di rimanere a casa, avvolti dal caldo piumone, e c’è chi deve far di tutto per non rischiare il contagio tra le mura del proprio ufficio. Se vi sono colleghi di lavoro con i primi sintomi dell’influenza – starnuti, colpi di tosse e mal di gola – i germi possono circolare ed essere trasmessi con facilità.

=> Leggi tutte le news sull’influenza

Le soluzioni per ridurre le possibilità di contagio esistono e sono efficaci. Per prima cosa fare attenzione a tutti gli oggetti e gli elementi che si hanno in comune con gli altri colleghi. Stiamo parlando di oggetti quali telefono, mouse e tastiere per personal computer, spillatrici, tagliacarte, temperamatite, e altri. Inoltre bisogna stare attenti alle maniglie delle porte e alle superfici delle stampanti, delle fotocopiatrici e di altri macchinari di uso comune.

=> Leggi quali sono i colleghi peggiori

Ѐ sempre consigliato portare con sé salviettine detergenti per pulire le superfici come tavoli e sedie, o il più moderno disinfettante in gel per pulirsi le mani ogniqualvolta si viene a contatto con oggetti poco lindi. A proposito di mani, assicurarsi che siano ben pulite prima di consumare il pasto in pausa pranzo e, in particolare, se il vostro lavoro vi porta a contatto con altre persone stringendo a ognuna la mano. Quando ci si reca nella toilette per pulirsi le mani, ricordarsi di lavarle con acqua calda e sapone per circa 20 secondi; solo così si ha la sicurezza di aver debellato il germe.

=> Scopri come migliorare l’igiene in ufficio

Affinché si possano tenere lontani i microbi si dovrebbero lavare continuamente le mani o ricordarsi di avere con se il materiale disinfettante, ma molto spesso lo si dimentica a casa; per questo, durante la giornata lavorativa evitare il contatto delle dita con occhi, bocca e naso. I germi hanno il compito di attaccare l’organismo e le parti del corpo appena citate sono le vie di accesso al corpo umano. Al contrario di quanto si possa credere, bere molta acqua aiuta a mantenere il proprio sistema immunitario a un buon livello.

Quest’ultimo molto spesso è compromesso da altri fattori quali stress e insonnia e perciò cercate di mantenere uno stile di vita regolare senza chiedere sforzi eccessivi al fisico, dormendo almeno sette/otto ore per notte ed evitando tutte quelle situazioni che sono fonte di stress. Infine, rimanendo in tema di difese immunitarie, per non avere problemi può tornare utile assumere integratori a base di vitamina C e zinco; per maggiori informazioni e per una cura più adeguata, consultare sempre il medico curante o farmacista.

Fonte: BusinessNewsDaily