L’amore e la fiducia reciproca sono alla base di un rapporto solido e duraturo. Ma se è vero che non sempre le cose vanno nel verso giusto, nasce l’esigenza di tutelarsi da scelte sbagliate sia prima che durante il matrimonio.

Anche se sembra strano a dirsi, il giorno più bello della propria vita può trasformarsi in un incubo se il futuro coniuge non rispetta le volontà della persona amata. Per questo motivo è sempre più diffuso l’uso di contratti e accordi prematrimoniali.

Galleria di immagini: Matrimonio

La tendenza si è diffusa principalmente in America tra le star del cinema e i ricchi industriali che avevano necessità di difendere il patrimonio economico da vedove allegre e donne di malaffare. In realtà, anche in Inghilterra e nel nostro paese si sta diffondendo la disciplina di questo tipo di accordo.

Lo scopo di un contratto prematrimoniale è principalmente quello di salvaguardare i propri averi in fase di separazione con addebito o consensuale. Troppe volte si è sentito parlare di persone che si sono sposate solo per interesse economico e non per amore.

Tuttavia, in Italia tale “manovra legale” non sembra applicabile a causa dell’articolo 24 della Costituzione Italiana, che vieterebbe qualsiasi tipo di intesa preventiva di divorzio. In altre parole, non si possono modellare leggi su misura per definire i termini da rispettare qualora si parli di matrimonio.

Nonostante la mancata validità di tali contratti ai fini legali, un giudice italiano potrebbe utilizzarli per decidere riguardo la sentenza di divorzio. Tale cavillo legale è stato portato alla luce da un gruppo di avvocati esperti in matrimoni e divorzi.

Se è necessario sottoscrivere un accordo prematrimoniale, ad esempio per tutelare i figli nati da un precedente matrimonio, bisogna manifestare in modo corretto ed esplicito la volontà di sposarsi. Per rendere legale e valido l’accordo basta contrarre matrimonio in modo regolare: in caso contrario, il contratto verrà ritenuto nullo.

Per questo motivo, l’importante è consultare un avvocato o un notaio di fiducia per sottoporre il caso specifico da esaminare e ricevere una risposta più dettagliata. Il provvedimento in sé non deve essere visto come mancanza d’amore tra i membri di una coppia: l’accordo sarebbe soltanto un modo per garantire al futuro coniuge che i sentimenti sono sinceri e non costruiti a seguito di piani maliziosi.