La norvergese Marit Bjoergen ha dominato la sprint a tecnica classica che ha aperto la tre giorni di gare a Kuusamo, in Finlandia, della Coppa del Mondo femminile di Sci di Fondo. Malissimo invece la nazionale italiana: nessuna delle azzurre presenti è riuscita infatti a qualificarsi alla fase finale della gara a eliminazione diretta.

Se la nostra nazionale delude, non lo fa come detto la Marit Bjoergen, che si conferma decisamente la più forte sugli sci stretti. La norvegese ha infatti collezionato la 48esima vittoria nella Coppa del Mondo, precedendo in classifica la svedese Charlotte Kalla e l’altra norvegese, Vikebe Skofterud. Podio uguale a quello visto la scorsa settimana nella 10 km di Sjusjoen.

Tutte le nostre atlete hanno invece offerto una prestazione al di sotto delle aspettative. Sia chiaro, in pochi si aspettavano risultati clamorosamente positivi, ma una totale eliminazione dalla fase di qualificazione è stato un brutto colpo per lo sport sciistico nostrano. Elisa Brocard, Virginia De Martin, Melissa Gorra, Silvia Rupil, Debora Agreiter e Marina Piller non hanno offerto prestazioni convincenti, perdendo anche la possibilità di partecipare alla top 30 finale.

Le cose non sono andate meglio alla squadra maschile, dove solo Renato Pasini è riuscito a qualificarsi per i quarti di finale. La gara è stata vinta dallo svedese Teodor Peterson.