Nonostante c’è chi pensi che la gelosia sia la tomba dell’amore, molti utilizzano questo sentimento che tutti conosciamo per stuzzicare il partner quando la routine di tutti i giorni prende il sopravvento.

Non tutte le relazioni terminano a causa di un flirt: alcune vengono addirittura rafforzate da una leggera gelosia. In fondo, flirtare con una persona esterna alla vita di coppia non è sinonimo di tradimento, basta non superare il limite e l’esperienza potrebbe addirittura essere divertente.

Galleria di immagini: flirt

Ma chi sono le persone più adatte a un flirt passeggero per puro divertimento? Provarci con un cameriere o una cameriera potrebbe essere un’esperienza simpatica, soprattutto se si è fuori con gli amici: qualche sorriso e una chiacchierata possono essere armi vincenti. L’importante è non strafare perché si rischia di sembrare inopportuni.

Anche relazionarsi con un collega non sembra essere niente male: nella pausa pranzo si possono scambiare quattro chiacchiere usando come argomento principale la propria vita privata. Non bisogna però andare oltre a messaggi oppure email, lasciando il flirt confinato nel luogo di lavoro.

Conquistare con il sorriso è sempre stata una prova da superare per considerarsi abili seduttrici: si può provare con un vicino, con degli amici o semplicemente con dei conoscenti. La chiave del gioco sta nel correre dei rischi per rendere il tutto più interessante.

Parlare al barista in un pub potrebbe essere molto divertente: bisogna saper ascoltare, sorridere e raccontare le classiche “storie da bancone”. Un’altra sfida potrebbe essere quella di relazionarsi con qualcuno più giovane o più vecchio per studiarne le reazioni al flirt.

Infine, il più classico dei flirt che non passa mai di moda: sedersi al tavolo di una persona sconosciuta è proprio un evergreen: è un modo per socializzare, oltre che per testare le proprie qualità come seduttore.