La notizia che si apprende dall’agenzia Adnkronos non deve sconvolgere i telespettatori: all’edizione di quest’anno del Grande Fratello tedesco parteciperà una coppia omosessuale di sieropositivi.

Nel leggere la notizia, si potrebbe pensare ad una speculazione televisiva sul dolore delle persone: perché mai un omosessuale sieropositivo dovrebbe partecipare al Grande Fratello insieme al suo compagno?

Non tutti, tuttavia, pensano all’emarginazione subita da chi ha contratto il virus HIV, pur potendo condurre una vita normalissima. Infatti, le cure moderne hanno migliorato le aspettative di vita dei sieropositivi, evitando nella maggioranza dei casi il manifestarsi della sindrome da immunodeficienza acquisita, meglio conosciuta come AIDS.

La partecipazione di Carlos e Harald al GF è un tentativo di sensibilizzazione del pubblico: potrà servire a mostrare ai telespettatori una realtà diversa, a cui le persone quasi non fanno caso.

Carlos ha dichiarato l’intenzione di non nascondere agli altri concorrenti la sieropositività della coppia. Harald, inoltre, ha spiegato al quotidiano tedesco Bild che la loro avventura all’interno della casa nasce per far riflettere il pubblico:

Vogliamo dimostrare che si può condurre una vita normale anche con l’HIV e che la convivenza con altre persone in uno spazio limitato non è un problema.

Ma non è tutto: la coppia non rinuncerà proprio a niente, neanche all’intimità sotto le coperte. Carlos, durante l’intervista, ha risposto sinceramente alle domande sulla futura vita sessuale all’interno della casa:

Sì, perché no? 148 giorni da passare là dentro sono un tempo troppo lungo senza fare sesso.