Le donne di adesso? Troppo emancipate, e soprattutto sempre più aggressive! È questa l’idea che diamo al momento all’universo maschile, e la nostra determinazione, la nostra sicurezza palesata con tailleur, tacchi a spillo e carte di credito, li rende insicuri, li intimidisce e li rende impacciati. Ad analizzare questo rapporto che si è venuto a creare tra i due sessi è stato l’ultimo sondaggio commissionato dall’Accademia internazionale delle discipline analogiche, condotto nelle principali città italiane attraverso interviste somministrate ad un campione di 1.000 soggetti di entrambi i sessi, di età compresa tra i 18 e i 50 anni.

Le lamentele del gentil sesso sono motivate da un atteggiamento maschile troppo passivo, impacciato; il 38% di noi donnine pensa infatti che l’uomo non sia più in grado di corteggiare come si deve, ed è subito pronto a darsela a gambe quando la storia sembra farsi seria. Per non parlare poi di quando si tratta di arrivare al dunque. Il 32% delle donne campione condanna gli atteggiamenti insicuri e soprattutto il modo poco disinvolto che hanno gli uomini nel momento in cui la relazione si stringe. Ma loro di noi cosa pensano? Esattamente il contrario! Dicono che siamo aggressive, che non sappiamo essere seducenti e che con la nostra eccessiva sicurezza li mettiamo a disagio. Il 30% di loro ci definisce poco femminili, il 28% addirittura delle egoiste.

A calmare gli animi però ci pensa la parola dell’esperto. Secondo lo psicologo Stefano Benemeglio, padre dell’ipnosi dinamica e fondatore dell’Accademia internazionale delle discipline analogiche che ha condotto il sondaggio:

qualificare le donne come aggressive e gli uomini come poco virili non è che un segnale della nostra paura. In realtà manca la voglia di assumersi le proprie responsabilità e si è incapaci di approfondire le emozioni. Insomma, l’aggressività delle donne e la scomparsa degli uomini forti è un paravento che nasconde la crescente difficoltà di entrare in relazione con l’altro

Dall’Accademia spiegano infatti che noi donne ormai abbiamo conquistato tutto, soprattutto l’indipendenza, e questa nostra sicurezza data dal tipo di vita che conduciamo ci rende aggressive agli occhi degli uomini, togliendo loro la forza e il desiderio di protezione, aspetti fondamentali della virilità. Una donna troppo intraprendente, infatt,i per l’uomo di adesso, può risultare un afrodisiaco per la vita sessuale, ma fa venire meno il suo naturale ruolo di cacciatore, relegandolo a quello di preda e spingendolo quindi a fuggire. In parole povere siamo noi a farli scappare! Magari da queste accuse reciproche possiamo trarre tutti degli spunti di riflessione.