Un amore straniero, esotico, con una persona che viene da un’altra cultura. Perché no? Questo è il pensiero di una buona metà dei single italiani stando al sondaggio dell’agenzia matrimoniale Eliana Monti, una delle più grandi in Italia.

Le percentuali di questo sondaggio, frutto dell’esperienza e del grande numero di clienti, sono stupefacenti e danno un’immagine degli italiani più aperta verso gli stranieri di quanto si sarebbe portati a credere: il 48 per cento dei single, infatti, non ritiene un ostacolo l’eventuale appartenenza del partner a un’altra cultura.

Galleria di immagini: Matrimonio e pubblicazioni

Certo, c’è l’altro 52 per cento che invece si riconosce nell’adagio “moglie e buoi dei paesi tuoi”, ma solo qualche anno fa la maggioranza dei diffidenti sarebbe stata schiacciante rispetto ai single aperti verso questa esperienza.

È la stessa Eliana Monti a commentare i dati:

“Davanti ai nostri occhi è sempre più evidente come l’amore abbia allargato i propri confini. Sono sempre più numerose le coppie miste che si vanno formando, nonostante ancora si vivano dei pregiudizi su queste relazioni tra persone considerate troppo diverse per convivere serenamente nel quotidiano.”

I pregiudizi, o perplessità, di coloro che invece dicono no alle coppie miste sono facili da intuire: tra le motivazioni, il 45 per cento teme che le differenze culturali siano destinate a peggiorare nel tempo (magari quando nascono dei figli e bisogna pensare alle loro educazione); per il 37 per cento invece contano le differenze religiose, mentre il 18 per cento la pensa come Spencer Tracy in “Indovina chi viene a cena?”: le pressioni sociali potrebbero far saltare la coppia. Ma la domanda è: anche quella più innamorata?

I favorevoli alle coppie e ai matrimoni misti infatti credono nella forza di un’unione basata sull’amore, capace di superare tutte le difficoltà. Per un terzo di loro avere un partner straniero è addirittura un vantaggio in termini di conoscenza delle tradizioni di paesi lontani.

Interessante come queste percentuali cambino a seconda del genere: le donne sono più aperte degli uomini a questa possibilità. Il gentil sesso è favorevole alle relazioni tra stranieri per il 69 per cento, contro i consensi maschili ridotti al 31 per cento, anche se le percentuali si abbassano se si tiene conto solo dei single in cerca di un matrimonio, perché lo straniero (o straniera) viene vissuto come un temibile concorrente.

E voi, come la pensate? Favorevoli o contrarie alla coppia mista?