Le borse sotto gli occhi sono un cruccio per tutte le donne, e non solo. Anche la minima stanchezza sembra infatti specchiarsi immediatamente sul viso, che informa inevitabilmente sia sullo stato di stress sia sull’età di una persona.

Una pelle luminosa e sempre fresca è un obiettivo apparentemente facile da raggiungere, e a volte una pulizia regolare del viso unita a un ottima base idratante non sono sufficienti. Occhiaie, macchie, cuperose, punti neri, imperfezioni che segnano la zona degli occhi possono tuttavia essere corrette grazie ad alcuni prodotti di make up dall’effetto miracoloso e per nulla percepibile.

Galleria di immagini: Make up - correttore

Parliamo del correttore, che non manca mai nel beauty case di una donna e che rappresenta un espediente di bellezza assolutamente versatile, tanto da poter essere applicato su varie parti del volto. Non tutti i correttori sono uguali, tuttavia, infatti variano sia per colore che per consistenza.

Scegliere la tonalità giusta è fondamentale e molto dipende dalla zona da trattare; il correttore giallo, ad esempio, è utile per minimizzare le occhiaie, mentre quello verde serve per coprire macchie tendenti al rosso e brufoli. Il classico color carne, invece, viene generalmente usato per correggere gli inestetismi della stessa tonalità della pelle.

Durante il make up è molto importante applicare il correttore prima del fondotinta, che servirà solo a opacizzare e compattare la pelle. In commercio esistono tre consistenze differenti, ognuna con caratteristiche particolari: partendo dalla consistenza fluida, è senza dubbio indicata se contiene anche elementi idratanti, in grado di minimizzare le imperfezioni e conferire luce al viso. È tuttavia necessario prestare attenzione durante l’applicazione, che deve essere fatta usando un pennello piccolo oppure una spatola cercando di non creare chiazze ma uniformando l’incarnato.

La variante compatta, invece, consente una maggiore duttilità e facilità di stesura. È sempre meglio scegliere una nuance leggermente più chiara dell’incarnato, vagliando attentamente anche la tonalità del fondotinta. Esistono alcuni prodotti in versione compatta che contengono correttore, fondotinta e cipria insieme: il risparmio di tempo è assicurato ma, in questo caso, la scelta del colore è fondamentale per garantire un risultato finale che non crei un effetto “mascherone”.

Il correttore in stick, infine, è molto indicato per correggere piccole imperfezioni. Se applicato sulle labbra, inoltre, aiuta a realizzare un make up color carne, mentre può essere utile anche steso sulle palpebre come base per l’ombretto, che in questo modo durerà di più. Meglio applicarlo picchiettando leggermente nella zona da coprire, senza stenderlo a lungo con le dita.

Due ultimi consigli: per trovare la tonalità perfetta è sufficiente stendere una piccola parte di correttore sul collo, che ha una pigmentazione molto simile a quella del viso. Infine, per un risultato totalmente uniforme meglio completare il trucco con un velo di cipria in polvere.