Le temperature si abbassano ma cresce la lista delle cose da fare a Roma nel weekend: dal 1 al 3 dicembre la Capitale propone una serie di eventi da non perdere, da mostre a inaugurazioni di nuovi spazi dedicati all’arte contemporanea, da concerti a spettacoli teatrali, senza dimenticare brunch, aperitivi e giornate di shopping in vista del Natale.

Le previsioni meteo promettono un venerdì di sole, in cui poter godere dei celebri cieli blu capitolini per passeggiare tra le strade cittadine, mentre sabato e domenica, complice la prevista pioggia, possono essere dedicate a visite a esposizioni o ad assistere a della musica live.

Come sempre, insomma, l’unica cosa che può frenare da trascorrere un fine settimana all’insegna del divertimento è un eccesso di pigrizia e di poca voglia di abbandonare la propria serie tv preferita. Ecco tutti gli eventi che secondo Diredonna vale la pena di non lasciarsi scappare questo weekend.

Pablo Picasso alle Scuderie del Quirinale

Giornata all’insegna della grande arte alle Scuderie del Quirinale con la mostra “Picasso. Tra Cubismo e Classicismo 1915‐1925”: più di cento capolavori tra tele, gouaches e disegni oltre a fotografie, lettere autografe e altri documenti attentamente selezionati dal curatore Olivier Berggruen con Anunciata von Liechtenstein. A Palazzo Barberini, nel grandioso salone affrescato da Pietro da Cortona viene esposto, per la prima volta a Roma, il sipario dipinto per Parade (in foto), una immensa tela lunga 17 metri e alta 11. L’architettura di Bernini e Borromini diventa così cornice per un emozionante dialogo tra l’opera dell’artista spagnolo e la più celebre vòlta affrescata del barocco romano. L’esposizione rappresenta la conclusione e allo stesso tempo il culmine delle celebrazioni dedicate a Picasso in Italia nel centenario del suo viaggio nel nostro paese.

Via Ventiquattro Maggio, 16. Venerdì e sabato dalle 10 alle 22.30. Domenica dalle 10 alle 20. Biglietti da 15 a 13 euro

Picasso II-010

Bambini a teatro

Il Teatro delle Marionette degli Accettella presenta “I Musicanti di Brema“, spettacolo liberamente ispirato alla celebre fiaba scritta dai Fratelli Grimm, fatto di musica, energia e divertimento intelligente. Nella rilettura in scena al Teatro Mongiovino, scritta e diretta da Riccardo Rombi, sei scatenatissimi e irriverenti musicisti-animali irrompono nel Teatro dell’Opera di Brema dove un compassato direttore d’orchestra si prepara a eseguire la “famosa” opera “Mein Lieben Bremen” e nella vana attesa dei veri musicisti accetta di dirigere i sei animaleschi musicanti.

Via Giovanni Genocchi, 15. Sabato ore 20.30, domenica ore 16.30. Biglietti da 10 a 7 euro

30491c30-e92e-4467-a770-e57b3b1a2893

Maker FaireRome

Dall’1 al 3 dicembre, alla Fiera di Roma, torna Maker FaireRome, la rassegna internazionale dedicata alle ultime frontiere della tecnologia: al centro di questa quinta edizione, l’Internet delle cose, la manifattura digitale e l’agricoltura 4.0, il cibo del futuro e la sensoristica, mobilità smart, riciclo e riuso, edilizia sostenibile, robotica, realtà virtuale e aumentata, salute e benessere, scienza e biotecnologie. Per i bambini e i ragazzi dai 4 ai 15 anni è prevista un’area dedicata, uno spazio di diecimila metri quadri in cui le nuove generazioni potranno esplorare e toccare con mano il futuro.

Via Portuense, 1645. Venerdì dalle 14 alle 19. Sabato e domenica dalle 10 alle 19. Biglietti da 12 a 8 euro

Agenzia_Toiati_DWS

Christmas Street Party

Via dell’Oca e via della Penna sabato 2 si animano grazie un Christmas Street Party, perché ognuno viva il proprio Natale in maniera personale e per tutti coloro che ricercano per i propri regali una Roma alternativa e originale: cappelli fatti a mano, occhiali artigianali, abiti e accessori di designer internazionali emergenti, profumi di nicchia, sofisticati gioielli senza tempo, cibi gourmet e drink dei migliori barman mixologist.

Dalle 17 alle 20

Copy of via dell Oca Via della Penna

Diodato all’Angelo Mai

Dopo il tour di presentazione del suo nuovo album, “Cosa Siamo Diventati”, sabato Diodato torna dal vivo con un live in unplugged, all’Angelo Mai, accompagnato dalla band al completo, con acustiche, pianoforte, basso e batteria, a sottolineare sfumature diverse nella sua voce e negli arrangiamenti. L’intenzione è quella di dare spazio anche a brani che mancano da un po’ dalle scalette dei concerti elettrici, in un’atmosfera che permetta ancor più interazione con il proprio pubblico.

Viale delle Terme di Caracalla, 55. Alle 22

diodato color web

Nuovo spazio per l’arte contemporanea

Il nuovo spazio per l’arte contemporanea Musia, ideato dal collezionista e imprenditore Ovidio Jacorossi, apre al pubblico venerdì: circa 1.000 metri quadrati con vocazione polifunzionale – dalle arti visive al laboratorio culturale sino all’enogastronomia – ristrutturati su progetto dell’architetto Carlo Jacoponi e sviluppati attraverso la stratificazione di elementi architettonici di epoche diverse, dall’età romana al Rinascimento, nel centro storico della Capitale, che affiancherà ad eventi ed esposizioni anche intrattenimento ed accoglienza con l’obiettivo di diventare uno dei luoghi di riferimento per lo sviluppo della società civile della città. “Dal Simbolismo all’Astrazione. Il primo Novecento a Roma nella Collezione Jacorossi” è la mostra allestita nella Galleria 7, che inaugura lo spazio espositivo.

Via dei Chiavari, 7

3679a026-dd07-44d6-9840-2d56beaceb0c

Il ritorno di Casanova al Teatro India

Il Teatro India ospita fino al 10 dicembre il capolavoro di Arthur Schnitzler, “Il ritorno di Casanova“, scritto nel 1918. In scena, Sandro Lombardi diretto da Federico Tiezzi. Una vera e propria tragicommedia della coscienza moderna, sganciata dai valori della tradizione, attenta ai propri istinti e ai propri falsi principi, nel tentativo di sfuggire alla vecchiaia e alla morte.

Lungotevere Vittorio Gassman. Tutte le sere ore 21. Domenica ore 18. Lunedì riposo. Biglietto 22 euro

ritornocasanavoa

Digitalife al Palazzo delle Esposizioni

Sabato, all’interno di Digitalife 2017, al Palazzo delle Esposizioni ultimo appuntamento della XXXII edizione di Romaeuropa Festival. Cracking Danilo Rea è un progetto ideato da Alex Brag, artista poliedrico capace di spaziare dalla musica all’arte concettuale, e costruito con Danilo Rea, tra i più celebri improvvisatori pianistici al mondo. Terzo incomodo di questo bizzarro ménage è una A.I. (Artificial Intelligence), progettata appositamente dalla Facoltà di Ingegneria di Roma Tre insieme a Braga. A questa presenza virtuale, unico esempio nel suo genere nel panorama mondiale, è affidato l’arduo compito di apprendere le modalità d’improvvisazione pianistica di Rea e prevedere le note successive, inviate sotto forma di impulsi a un virtual ensemble di Braga, che ne provvede all’orchestrazione; il tutto in tempo reale.

Via Nazionale, 194. Ore 21. Biglietto 10 euro

rea-brega-800x600-1

Brunch al Lian Club

Il Lian Club, spazio galleggiante sul Tevere di circa 500mq nato da un’idea di Lisa Maisto e Antonello Aprea, propone il Brunch-etto nel suo giardino d’inverno.

Sotto Ponte Cavour. Domenica dalle ore 12

22382323_1629730330412490_4738009755688243885_o

Shopping enogastronomico e musica

Una mattinata di musica e degustazioni gratuite dove conoscere le eccellenze alimentari delle aziende agricole presenti nel romano Mercato agricolo a vendita diretta di via San Teodoro: sabato, l’Accademia Musicale Europea presenta “Sapori e canti tradizionali del Lazio”, un’occasione per scoprire il gusto e qualità, promuovendo i prodotti tipici dell’eccellenza enogastronomica locale per ottenere un effetto economico positivo a favore dei tanti produttori che da poco hanno iniziato o ripreso l’attività nel Mercato di Circo Massimo. Alla fine del concerto è prevista una kermesse di oltre 35 degustazioni gratuite di formaggi rari e confetture in accompagnamento, oli novelli Sabina DOP, salumi e porchette artigianali, pani fatti con grani antichi e lievito madre, zuppe prodotte con gli ortaggi e i legumi degli agricoltori del Mercato.

Via San Teodoro 74. Dalle ore 10. Ingresso libero e degustazioni gratuite

cantori del Lazio