Dal 26 al 28 gennaio, i concerti, le mostre e gli spettacoli teatrali potrebbero essere tanti da rendere decisamente “difficile” scegliere cosa fare a Roma nel weekend. Molte le proposte sul fronte del divertimento, con Altaroma che entra nel vivo e grandi protagonisti della scena notturna ospiti dei locali più gettonati della città.

Per gli indecisi cronici, per chi non sa mai cosa fare o per chi è semplicemente in cerca d’ispirazione, ecco la selezione degli eventi che, come ogni settimana, viene compilata dalla redazione.

Francesco Trombadori alla Galleria d’Arte Moderna

È possibile ancora fino all’11 febbraio visitare la mostra L’essenziale verità delle cose, in cui sono esposte sessanta tele di Francesco Trombadori, dipinte tra il 1915 e il 1961, provenienti da importanti collezioni pubbliche e private di tutta Italia, venticinque disegni, libri, cataloghi di mostre e articoli di giornale. Ogni sezione della mostra è corredata dal ricco patrimonio documentario proveniente dall’Archivio dell’artista a Villa Strohl-Fern, oggi Casa Museo, con cui si intende illustrare anche l’importante attività di critico che Trombadori svolse, dagli anni Venti, scrivendo per diverse testate nazionali.

Via Francesco Crispi, 24. Da martedì a domenica dalle 10 alle 18.30. Biglietti da 7,50 a 6,50 euro.

courtesy: press office

Opera in mostra a Palazzo Braschi

Sabato al Museo di Roma a Palazzo Braschi i nuovi talenti di Fabbrica YAP II edizione 2018/2019 del Teatro dell’Opera di Roma si esibiranno nel primo appuntamento di Opera in Mostra, un programma di sette concerti con celebri arie da opere di Verdi, Leoncavallo, Mascagni e autori francesi, abbinati ad altrettante visite guidate alla mostra Artisti all’Opera. Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte. Da Picasso a Kentridge (1880-2017), in corso presso il Museo fino all’11 marzo. Il programma del primo appuntamento propone un concerto con famose arie dalle opere Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. Si esibiranno: il baritono Andrii Ganchuk nel “Prologo” da Pagliacci; il mezzosoprano Irida Dragoti in “Voi lo sapete o mamma” da Cavalleria Rusticana: il tenore Murat Can Guvem nella “Serenata di Arlecchino” da Pagliacci. Pianista: Susanna Piermartiri.

Piazza Navona, 2. Dalle 17.30. Biglietto da 9 a 7 euro su prenotazione.

Photo by Yasuko Kageyama/courtesy: press office

Cumulo al Guido Reni District

Realizzata nell’ambito della fashion week di Altaroma, Cumulo presenta in anteprima al Guido Reni District le collezioni di accessori di Amanti, Andrea Mondin, Marco Proietti Design, Nico Giani, Roberto Di Stefano, i 5 designer premiati durante l’ultima edizione di Who Is On Next?, il progetto di scouting ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia. L’allestimento, progettato da Alice Ariano, si ispira all’opera Earth Room di Walter de Maria (1977), in cui l’artista riempie di terra un’intera stanza di un appartamento newyorkese, per esplorare la dimensione ambientale della terra stessa. La mostra può essere visitata dal 26 al 28 Gennaio.

Via Guido Reni, 7. Dalle 12 alle 17. Ingresso libero

courtesy: press office

Luciano Ligabue al MAXXI

Sabato, nell’ambito della manifestazione Cinema al MAXXI, evento speciale a cura di Mario Sesti: Luciano Ligabue incontra il pubblico presso l’Auditorium del MAXXI in occasione dell’uscita in sala del suo nuovo lavoro, Made in Italy, attraverso il quale l’artista emiliano racconta da vicino la realtà del nostro Paese e l’avventura quotidiana che ciascuno affronta fra il lavoro, la famiglia e il tempo che corre. Alla fine della conversazione con Mario Sesti, l’autore risponderà alle domande della platea.

Via Guido Reni 4 A. Alle ore 21.30. Biglietto 5 euro.

Photo Chico De Luigi / courtesy: press office

Gabriele Lavia al Teatro Quirino

Dopo Brecht e Pirandello, Gabriele Lavia si confronta per la terza volta nella sua carriera con Il padre di August Strindberg. La nuova produzione della Fondazione Teatro della Toscana diretta e interpretata da uno dei maestri della scena italiana è in prima regionale al Teatro Quirino fino a domenica 4 febbraio. Sul palco, al fianco di Lavia Federica Di Martino: uno spettacolo che ha la capacità di passare fulmineamente attraverso forme nuove, senza soffermarsi, portato da una passione che guarda oltre la scena, preoccupato di sgombrare lo spazio per una sola risposta, impossibile e sempre latente: il terribile risveglio di un universo di sonnambuli.

Via delle Vergini, 7. Venerdì e sabato ore 21. Domenica ore 17. Biglietti da 34 a 13 euro.

courtesy: press office

Francesca Galliani allo Studio TiEpolo 38

Fino al 28 gennaio, Studio TiEpolo 38 apre la speciale installazione From Here On dedicata a Francesca Galliani, che torna in Italia con un progetto in esclusiva per il lifestyle maschile Manintown. In occasione di AltaRoma, l’artista espone un’inedita serie di ritratti fotografici dedicati ai transgender e alcune opere da cui sono tratte le stampe per il progetto Made In Me 8, una collezione di t-shirt e felpe serigrafate e dipinte a mano. Tutte le magliette serigrafate portano l’opera artistica originale stampata e, così, trasmettono un messaggio forte di speranza e accettazione.

Via Giovanni Battista Tiepolo, 38. Sabato dalle 16 alle 24 e domenica dalle 16 alle 22. Ingresso libero

courtesy: press office

Il Giorno della Memoria alla Casa del Cinema

In occasione del Giorno della Memoria, la Casa del Cinema, in collaborazione con “Il Pitigliani”, Centro ebraico italiano, presenta sabato la rassegna Le donne al centro della memoria, un percorso al femminile per raccontare storie di grandi donne al tempo dell’olocausto. Nella sala Deluxe, Il viaggio di Fanny di Lola Doillon, Hannah Arendt di Margarethe Von Trotta e La verità negata di Mick Jackson, tre pellicole del recente passato cinematografico che hanno affrontato in maniera differente il dramma delle persecuzioni razziali e dello sterminio nazifascista partendo però da un unico punto di contatto: l’universo femminile.

Largo Marcello Mastroianni, 1. Dalle ore 18.30. Ingresso libero.

courtesy: press office

Satoshi Tomiie al Room 26

Veterano della musica house e tra i primi produttori a convertire i giapponesi alla cultura dei club, Satoshi Tomiie è guest star sabato sera al Room 26. Nato a Tokyo nel 1966, Tomiie si è appassionato all’elettronica e alla tastiera fin da piccolo e ha formato la sua prima band nei primi anni ’80. L’incontro con Frankie Knuckles, pioniere della house music, ha cambiato per sempre la sua carriera. Una serata da non perdere per gli appassionati del genere.

Piazza Guglielmo Marconi, 29. Dalle 23.30. Biglietti da 15 a 10 euro.

Foto: Facebook

Les Étoiles all’Auditorium

Sabato e domenica la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica ospita Les Étoiles, scintillante gala internazionale di danza a cura di Daniele Cipriani e amatissimo appuntamento annuale della capitale. Nel cast, tra i tanti, Jacopo Tissi, unico ballerino italiano in forza al Bolshoi di Mosca, Evghenia Obraztsova, Semyon Chudin e Alena Kovaleva, stella nascente dallo “splendore incantevole”, così la descrive il critico americano Gottlieb. Inoltre Les Étoiles vede il ritorno dell’argentina Marianela Nuñez (The Royal Ballet di Londra), grande interprete del repertorio, e della ucraina Iana Salenko (Berlin Ballett), il cui virtuosismo non conosce limiti. Presente anche una étoile a sorpresa la cui identità verrà svelata solo la sera della prima.

Via Pietro de Coubertin, 30. Sabato alle 21 e domenica alle 17. Biglietti da 70 a 26,50 euro.