In amore si tratta di uno dei traumi più difficili da superare perché comporta sentimenti contrastanti che possono minare la propria autostima: ma cosa fare dopo aver subito un tradimento?

Quando si scopre di essere stati traditi, si provano emozioni molto intense e molto difficili da gestire: delusione, sorpresa, paura e dolore sembrano prendere il sopravvento e difficilmente si riesce a intravedere una via d’uscita.

Alcuni psicologi americani, infatti, hanno paragonato lo stato d’animo conseguente a un tradimento con quello che viene definito “disturbo post traumatico da stress”. Le analogie sarebbero infatti diverse: la presenza di un trauma, prima di tutto, oltre al pensiero ossessivo che ne deriva e che porta a rivivere mentalmente in continuazione lo shock di quando si è scoperto il tradimento.

Proprio alla luce di questo è bene mettere in campo tutta la propria forza e cercare di adottare delle strategie per non lasciarsi sopraffare dalla rabbia e dalla tristezza e per affrontare l’evento nel modo più costruttivo possibile.

Cosa fare quindi dopo un tradimento? Ecco 5 consigli da tenere a mente per evitare il crollo psicologico.

  1. Cercare di capire. La prima cosa da fare è cercare di interrogarsi per capire quali possono essere state le cause che hanno portato al tradimento. Questo non significa trovare dei pretesti per giustificare il comportamento del partner, quanto piuttosto provare a riflettere su quelli che potevano essere i problemi già presenti all’interno della coppia e magari trascurati.
  2. Ritrovare l’autostima. Altro step fondamentale è quello di sforzarsi per ricostruire l’immagine di sé, spesso minata dopo la scoperta di un tradimento. In che modo? Prima di tutto smettendo di colpevolizzarsi e poi cercando di concedersi delle coccole un po’ speciali: un viaggio, l’iscrizione a un corso a cui si aspirava da tempo o magari un po’ di shopping per rifarsi il look. Questo servirà non solo a livello di autostima ma anche come efficace distrazione dal dolore.
  3. Non rimuovere. Altra cosa importante è non cercare a tutti i costi di far finta di niente, andando avanti come nulla fosse accaduto. La presa di coscienza è infatti la condizione necessaria per il reale superamento del trauma.
  4. Chiedere aiuto. Se ci si rende conto che superare l’evento è più difficile di quanto si potesse immaginare può essere utile anche chiedere l’aiuto di un esperto e affidarsi a una terapia. Un supporto di questo tipo può permettere di far ordine nella propria vita, evitando poi di incappare nuovamente in dinamiche sbagliate.
  5. Confidarsi. Infine, vietato tenersi tutto dentro. Quando si subisce un tradimento non bisogna né vergognarsi né sentirsi in imbarazzo: parlare con un’amica o amico fidato può servire a riordinare i pensieri, sfogare la rabbia e soprattutto trovare una consolazione affettuosa al proprio dolore.