Armatevi dell’agenda, perché è ora di decidere cosa fare a roma nel weekend del 6-8 aprile: la Capitale nel primo fine settimana di aprile ospita la 24esima edizione della Acea Maratona di Roma, il festival del Cinema francese e quello del fumetto, oltre alla solita variegata offerta musicale, teatrale ed espositiva.

Complice il clima, sempre più mite e più adatto a trascorrere le serate all’aperto, bando dunque alla pigrizia e dedicate a voi stesse giornate all’insegna della cultura e del divertimento: a seguire la selezione consueta della redazione.

Leggi anche: Cosa fare a Milano nel weekend del 6-8 aprile

Raffaello alla Galleria Barberini

Ultimo weekend per ammirare nella sede di Palazzo Barberini, la mostra La Madonna Esterházy di Raffaello, a cura di Cinzia Ammannato. La tavola in pioppo dell’Urbinate è  di piccole dimensioni (cm 29 x 21,5) e proviene dallo Szépművészeti Múzeum di Budapest, il Museo Nazionale di Belle Arti ungherese, dipinta intorno al 1508, tra la fine del periodo fiorentino e l’inizio di quello romano. È esposta accanto a una riproduzione in grande del correlato disegno preparatorio e ad altre tre opere provenienti dalle Gallerie Nazionali, simili per formato e ambiente.

Via delle Quattro Fontane, 13. Dalle 9 alle 19. Biglietto da 12 a 6 euro.

Fonte: szepmuveszeti.hu

Federica Fornabaio all’Auditorium

Tra i più originali e talentuosi giovani compositori italiani, Federica Fornabaio è venerdì al Teatro Gianni Borgna dell’Auditorium Parco della Musica. Il nuovo spettacolo propone sue composizioni originali (quelle del suo ultimo progetto accanto a brani tratti dal suo primo album omonimo) e alcune popolari colonne sonore che l’hanno ispirata e influenzata: da Sakamoto a Rota e Nyman, Piovani, Mertens e Tiersen, rivisitati e amalgamati dal suo stile particolare e originale.

Via Pietro de Coubertin, 30. Alle ore 21. Biglietto 25 euro.

Circus Don Chisciotte all’Eliseo

È in scena al Teatro Eliseo fino al 22 aprile, Circus Don Chisciotte, testo e regia di Ruggero Cappuccio. In scena Ruggero Cappuccio e Giovanni Esposito con Giulio Cancelli, Ciro Damiano, Gea Martire, Marina Sorrenti.  Le scene sono di Nicola Rubertelli, i costumi di Carlo Poggioli, le musiche di Marco Betta e disegno luci e aiuto regia Nadia Baldi. Presunto discendente dell’autore del Don Chisciotte della Mancia, il professor Cervante attiva una lotta personalissima contro il processo di disumanizzazione che sta attanagliando il mondo. In un crescendo irresistibile, in lui e nei compagni di avventura incontrati nel binario morto di una stazione di Napoli, si fa strada un profondo e comico progetto di rivoluzione per riconquistare l’essenza spirituale dell’umanità.

Via Nazionale, 183. Venerdì ore 20. Sabato ore 16 e ore 20. Domenica ore 17. Biglietti da 40 a 20 euro.

Foto: Marco Ghidelli, courtesy press office

Romics alla Fiera di Roma

Alla Fiera di Roma torna, fino a domenica, la XXIII edizione di Romics, il grande appuntamento internazionale sul fumetto, l’animazione, i games, il cinema e l’entertainment che si tiene due volte l’anno. Tanti eventi, tra cui grandi maestri del fumetto, illustrazione e animazione internazionale che si alternano sui palchi per raccontare la loro carriera artistica e illustrare le basi tecniche e teoriche delle loro creazioni. Fumetto in diretta, workshop, tavole rotonde per incontrare i grandi protagonisti del fumetto italiano ed internazionale. Si segnala quest’anno il fRomics d’oro assegnato a un attore: Martin Freeman.

Via Portuense, 1645. Dalle 10 alle 20. Biglietti da 12 a 10 euro.

Martin Freeman. Foto: Getty Images

Pippo del Bono al Teatro dell’Opera

Il Costanzi propone fino al 15 aprile il dittico Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo.  Sul podio  sale per la prima volta il maestro Carlo Rizzi. Cavalleria rusticana, sul testo che Guido Menasci e Giovanni Targioni-Tozzetti trassero dalla novella di Verga, e Pagliacci, sul libretto che Leoncavallo ricavò da un fatto di cronaca, sono affidati alla lettura registica di Pippo Delbono. Il primo titolo è un allestimento del Teatro San Carlo di Napoli, mentre Pagliacci è un nuovo allestimento, molto atteso, con il quale il regista debutta all’Opera di Roma.

Piazza Beniamino Gigli, 1. Domenica alle ore 16.30.

Foto: Yasuko Kageyama, Instagram @opera_roma

Il Festival del cinema francese

Rendez-vous, il Festival del nuovo cinema francese, festeggia l’ottava edizione ampliando i confini del suo viaggio di esplorazione del nuovo cinema francese con più di 30 titoli, 4 focus, una sezione documentari, incontri speciali, masterclass e anteprime, con film e ospiti che percorreranno l’Italia per un mese e che tocca Roma dal 4 al 10 aprile. Domenica, il Cinema Nuovo Sacher ospita la proiezione in anteprima de La Villa / La casa sul mare di Robert Guédiguian, a seguire incontro con il regista e Ariane Ascaride.

Largo Ascianghi, 1. Alle ore 18.30. Biglietto 5 euro.

Omaggio a Mariangela Melato

La vita e la carriera dell’indimenticata attrice milanese, la sua umanità, il suo talento multiforme e la passione per il suo lavoro rivivono in Mariangela!, una serata tributo al Teatro Argentina, domenica in occasione nel quinto anniversario della scomparsa dell’artista. Firmato da Fabrizio Corallo, “ è un racconto per immagini della grande Melato, fortemente voluto da Renzo Arbore e da Anna Melato, realizzato da Rai Cultura e 3D Produzioni. Un appuntamento da non perdere che si snoda in un filmato di 110 minuti tra brani tratti da film, spettacoli teatrali e fiction tv, ricordi, aneddoti, curiosità e interviste inedite a compagni di lavoro e amici dell’attrice.

Largo di Torre Argentina, 52. Alle ore 21. Ingresso libero su prenotazione.

Foto: courtesy press office

La Maratona di Roma

Oltre 14.000 runner provenienti da 131 nazioni correranno la 24esima Acea Maratona di Roma, la 42 chilometri con il percorso più affascinante al mondo secondo le classifiche di gradimento stilate negli anni dalle principali riviste di settore internazionali: un percorso unico al mondo, come testimonia la conferma del patrocinio ricevuto dell’Unesco. Via dei Fori Imperiali sarà sempre teatro dei due momenti più emozionanti della maratona: partenza e arrivo. Il percorso tocca quasi tutti i punti più importanti e famosi di Roma e i tre luoghi di culto più noti della Capitale: Basilica di San Pietro, Sinagoga e Moschea. Nei giorni precedenti e successivi dell’evento, grazie al Progetto Archeorunning saranno organizzati, con guide esperte di storia romana, diversi appuntamenti di corsa in alcuni punti del percorso.

Foto: courtesy press office

Cinecittà segreta, la visita guidata

Per quattro weekend primaverili, i visitatori che acquisteranno il biglietto di Cinecittà si Mostra avranno l’opportunità di visitare i grandi set, le grandi mostre permanenti – Perché Cinecittà, Girando a Cinecittà e Backstage. Un percorso didattico per Cinecittà – e quella temporanea Cinecittà – Fatti e personaggi tra il cinema e la cronaca realizzata in occasione degli 80 anni di Cinecittà, promossa da Luce-Cinecittà e ANSA. In compagnia di guide qualificate, potranno visitare il Cinegarden, accedere a luoghi solitamente non accessibili al pubblico come la Falegnameria e l’Attrezzeria scenica, e scoprire gli interni della Palazzina Presidenziale, gioiello dell’architettura razionalista degli anni ‘30, la prima a essere costruita negli stabilimenti nel 1937.

Via Tuscolana, 1055. Alle ore 11. Biglietto da 15 a 5 euro.

Foto: Anna Galante, courtesy press office

Gazometro Market

Domenica, al Caffè Letterario tona Gazometro Market, il mercatino del bio, dell’hand made e del vintage: creatività a confronto e spesa biologica certificata, poi laboratori, brunch, mostre, in una location climatizzata e facile da raggiungere anche in metro. Al Gazometro Market anche laboratori artigianali di decorazione e calligrafia, mostra e laboratorio di pittura, laboratori per bambini, stand di piccoli artigiani, creativi, libri, giocattoli e tanto altro ancora, prodotti alimentari per tutti i gusti, anche per vegani.

Via Ostiense, 95. Dalle 10 alle 19.

Foto: Getty Images