Inaugurazioni, festival, aperture: tanti gli eventi capitolini tra cui scegliere cosa fare a Roma nel weekend dal 27-29 aprile. Nel fine settimana che precede il primo maggio, sono previste partenze e gite fuori porta, ma se non avete in programma viaggi di sorta, la città saprà ripagare il nostro non lasciarla.

Leggi anche: Cosa fare a Milano nel weekendCosa fare per il ponte del 25 aprile

Tra le mostre, gli spettacoli teatrali, i concerti e i festival, ecco la top ten dei 10 eventi da non perdere se si resta a Roma nel weekend dal 27 al 29 aprile.

World Press Photo 2018 al Palazzo delle Esposizioni

Apre venerdì e sarà visitabile fino al 27 maggio al Palazzo delle Esposizioni la mostra World Press Photo 2018: in prima assoluta italiana, sono esposte esposte 137 delle 307 fotografie vincitrici di uno dei più importanti premi internazionali di fotogiornalismo. Per l’edizione 2018 la giuria, che ha suddiviso i lavori in otto categorie, tra cui la nuova categoria sull’ambiente, ha nominato 42 fotografi provenienti da 22 paesi. Tra i vincitori anche 5 italiani: Alessio Mamo, secondo nella categoria People – singole; Luca Locatelli, secondo nella categoria Environment – storie; Fausto Podavini, secondo nella categoria Long-Term Projects, Giulio di Sturco, secondo nella categoria Contemporary Issues – singole e Francesco Pistilli, terzo nella categoria General News – storie. In totale, ci sono 307 fotografie nominate nelle otto categorie. La foto dell’anno, scelta nella categoria Spot News, è di Ronaldo Schemidt (Caracas, 1971), fotografo venezuelano dell’Agence France Presse.

Via Nazionale, 194. Dalle 10 alle ore 22.30. Biglietti da 12,50 a 6 euro.

Foto di Ronaldo Schemidt (courtesy press office)

Maria Monaci Gallenga alla GNAM

La Galleria Nazionale di Arte Moderna ospita la mostra Maria Monaci Gallenga. Arte e moda tra le due guerre, a cura di Irene de Guttry e Maria Paola Maino, in collaborazione con Gloria Raimondi e Gabriella Tarquini: circa ottanta opere, tra fotografie, disegni e bozzetti. Accanto al materiale d’archivio, abiti spettacolari si accostano a dipinti, sculture, vetri, ceramiche, arazzi, lavori in ferro battuto e altri oggetti d’arte decorativa provenienti da diverse collezioni private.

Viale delle Belle Arti, 131. Dalle 8.30 alle 9.30. Biglietti da 10 a 5 euro.

Thayaht Figurino, 1920 – 1925 (Foto: courtesy press office)

Carmen al Teatro Olimpico

Dedicato a un pubblico di giovanissimi, che verranno in teatro insieme ai loro insegnanti e genitori, Carmen. La stella del Circo Siviglia è il titolo dell’adattamento del capolavoro di Bizet, una versione pocket di circa un’ora e un quarto, che la Filarmonica Romana presenta nella sua stagione venerdì 27 aprile al Teatro Olimpico.

Piazza Gentile da Fabriano, 17. Alle ore 20. Biglietti da 25 a 5 euro.

Foto di Alessia Santambrogio (courtesy press office)

Digitalism a Outdoor Festival

Continua al Mattatoio l’ottava edizione di Outdoor il più grande Festival in Italia dedicato alla cultura metropolitana con un programma ricco di eventi e incontri. Headliner della serata di sabato 28 aprile i Digitalism, duo elettronico di Amburgo che con il suo disco d’esordio Idealism ha conquistato pubblico e critica, affermandosi sulla scena elettronica europea. Per il pubblico di Outdoor presenteranno il nuovo album Zdar C1U6.

Ingresso dei concerti su Lungotevere Testaccio. Dalle 21.30. Biglietto 5 euro.

Foto: courtesy press office

Scende giù per Toledo al Piccolo Eliseo

Arturo Cirillo è Rosalinda Sprint, protagonista del celebre romanzo Scende giù per Toledo pubblicato nel 1975 da Giuseppe Patroni Griffi. L’attore, anche regista di se stesso in questo spettacolo in scena al Piccolo Eliseo, dà voce a tutti i personaggi di quella che sin dal suo esordio è considerata una delle più travolgenti invenzioni letterarie: la storia di un travestito napoletano, emblema della stravaganza e fragilità di una città con i suoi mutanti abitanti. Scene di Dario Gessati, costumi Gianluca Falaschi, luci Mauro Masarà e musiche originali di Francesco De Melis.

Via Nazionale, 183. Venerdì e sabato ore 20. Domenica ore 17. Biglietti 20 euro.

Foto: courtesy press office

Bruno Zevi al MAXXI

In occasione del centenario della nascita, il MAXXI ospita Gli architetti di Zevi. Storia e controstoria dell’architettura italiana 1944 – 2000, al MAXXI dal 25 aprile al 16 settembre 2018, realizzata con la Fondazione Bruno Zevi e curata da Pippo Ciorra e Jean-Louis Cohen. Insieme a riviste, libri, manifesti, documenti audio e video del suo lavoro, sono esposti materiali relativi ai progetti, tutti realizzati, di 38 tra gli architetti che promuoveva, da Carlo Scarpa a Pier Luigi Nervi, da Piero Sartogo a Renzo Piano, da Franco Albini a Maurizio Sacripanti.

Via Guido Reni, 4A. Dalle 11 alle 19. Sabato alle 22. Biglietti da 15 a 4 euro.

Renzo Piano Building Workshop, foto di Gianni Berengo Gardin, Genova 2002 (courtesy press office)

Festival del gelato a Villa Borghese

Dal 28 aprile al primo maggio, il Gelato Festival fa tappa a Villa Borghese: un’occasione unica per un tuffo nel mondo del gelato d’autore, fra grandi classici ed originali interpretazioni gourmet, con assaggi, degustazioni, iniziative a tema e laboratori didattici – allestiti in tre grandi food truck – che animeranno per quattro giorni il cuore verde della città.L’obiettivo è di valorizzare le eccellenze italiane e la cultura del saper fare, i gelatieri che si distingueranno ai Festival saranno chiamati a portare il loro know-how artigianale e i gusti premiati per un ricco programma di appuntamenti che si svilupperà durante tutto l’anno.

Via delle Magnolie. Biglietto 10 euro (dà diritto all’assaggio di tutti i gelati presenti).

(Foto: iStock)

Omaggio a Stevie Wonder all’Auditorium

Domenica, nella Sala Petrassi, secondo appuntamento con Speciale Lezione di Rock “in Jazz”, tre appuntamenti speciali dedicati alla musica afroamericana con concerto dal vivo. Il secondo appuntamento è dedicato a Stevie Wonder. La straordinaria avventura musicale di Stevie Wonder è iniziata più di cinquant’anni fa, ricchissima, avvincente, sorprendente, tra soul, funk, pop ma anche reggae o jazz. È una delle personalità musicali più importanti dei nostri tempi. Ernesto Assante e Gino Castaldo ripercorreranno le tappe importanti della sua storia lasciando poi il palco alla band di Fabrizio Bosso che proporrà un omaggio alla musica del grande compositore e interprete afroamericano.

Via Pietro de Coubertin, 30. Alle ore 18. Biglietto 15 euro.

(Foto: Getty Images)

Baubeach a Maccarese

Come ogni anno Baubeach Village di Maccarese, la prima spiaggia per cani più famosa d’Italia, ha riaperto i suoi battenti il 25 aprile, per accogliere i suoi ospiti scodinzolanti, accompagnati dalle loro appassionate famiglie umane. Offre spazi per tutte le tipologie di cani e umani e la possibilità di tenere i cani liberi dal guinzaglio, con anni di esperienza e un regolamento che permette una vivibilità unica nel suo genere.

Via Praia a Mare. Maccarese.

L’Occitane a Termini

Ha inaugurato alla Stazione Termini un nuovo store L’Occitane, per il quale l’azienda di cosmetica francese ha scelto un concept che ancor di più si lega alle sue radici, tanto da diventare ispirazione e motore di cambiamento importante, dando il via al refurbishment delle proprie boutique dove la genuinità della luce della Provenza ed il calore del sole sono esaltati: per un vero benvenuto in questa terra per tutti i clienti ed i visitatori.

Piazza dei Cinquecento. Dalle 8 alle 22.

Foto: courtesy press office