Un fine settimana all’insegna dell’arcobaleno quello che si apre oggi nella Capitale: cosa fare a Roma nel weekend dell’8-10 giugno? Se la giornata di sabato sarà dedicata essenzialmente al Roma Pride, sono tanti gli eventi proposti dalla città, in piena Estate Romana.

Concerti, proiezioni cinematografiche, festival letterari, vernissage: per chi non fugge verso le tante spiagge a portata di mano dalla Città Eterna, le possibilità di divertirsi sono davvero infinite. Ecco la selezione della redazione.

Leggi anche: Cosa fare a Milano nel weekend

Roma Pride

Sabato la comunità Lgbtqi scende in piazza per chiedere uguaglianza piena per tutti i cittadini: “Brigata Arcobaleno, la liberazione continua” è il motto del Roma Pride 2018 che avrà due testimonial d’eccezione, i partigiani Tina Costa di 93 anni e Modesto 92 anni, che parteciparono alla liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Intanto la città di Roma è candidata per il World Pride del 2025. La candidatura è stata presentata dal Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli. La grande parata partirà da Piazza della Repubblica e si snoderà lungo il centro di Roma e si concluderà a Piazza della Madonna di Loreto. L’appuntamento è alle ore 15; la partenza del corteo è prevista per le ore 16.

(Foto: Getty Images)

La Scuola Romana a Palazzo Merulana

Regalato da poco alla cittadinanza, Palazzo Merulana ospita una collezione composta prevalentemente da opere della scuola romana e del Novecento italiano, ma con uno slancio verso il contemporaneo. Il percorso espositivo che comprende più di 90 opere, su una superfice di 1800 mq, si articola su quattro piani. Ogni piano ha una sua coerenza tematica ed espositiva che lo caratterizza e lo identifica. Nel cuore di Palazzo Merulana, le opere della collezione della Fondazione Cerasi costituita da un cospicuo numero di capolavori di pittura e scultura italiana tra le due guerre, ne fanno parte, tra gli altri, capolavori di Giacomo Balla, Mario Sironi, Giorgio De Chirico, Antonio Donghi, Mario Mafai, Antonietta Raphaël e Giuseppe Caprogrossi.

Via Merulana, 121. Dalle 9 alle 20. Biglietti da 5 a 4 euro.

(Foto: palazzomerulana.it)

Letterature Off al Pigneto

Nuova sezione di Letterature – Festival Internazionale di Roma, Letterature Off, organizzato dalle Biblioteche di Roma, venerdì e sabato si trasferisce al Pigneto alla  Biblioteca Goffredo Mameli. Si inizia venerdì alle 19 con Concita De Gregorio per la presentazione del libro Princesa e altre regine, 20 voci per le donne di Fabrizio De Andrè (Giunti, 2018). Alle ore 20 Best off, un momento dedicato alla comicità letteraria di e con Claudio Morici. Sabato la giornata inizia alle 10 con la consueta Rassegna stampa live, questa volta con Annalisa Camilli, giornalista della rivista Internazionale. Si prosegue alle 11.30 con la Passeggiata letteraria insieme a Irene Ranaldi mentre il pomeriggio inizia alle 17 con Favole a merenda, dedicato ai bimbi dai 3 anni in su, e continua alle 18.30 con Diritto e rovescio: Walter Siti dialoga con Christian Raimo a partire dal suo libro Pagare o non pagare (Edizioni Nottetempo, 2018). Alle 19 tornano i più piccoli a cui è dedicato Alfonsina e il circo, spettacolo per bambini e bambine dai 5 agli 11 anni con Michele Baronio, Tamara Bartolini e Fernanda Pessolano.

(Foto: Getty Images)

Villa Aperta

L’Accademia di Francia e la direttrice Muriel Mayette-Holtz aprono le porte di Villa Medici alla musica per Calling for a new Renaissance, ottava edizione del festival Villa Aperta il 7, 8 e 9 giugno: tre giorni di musica elettronica, sonorità pop e rock fino ai ritmi indiavolati della techno, in una line-up curata da Cristiano Leone e introdotta da conferenze, proiezioni, video arte e aperitivi musicali al tramonto. Tanta musica, dunque, ma anche collaborazioni inedite e spregiudicate tra musicisti, compositori, artisti visivi, scrittori, per celebrare l’arte tutta, secondo il format, inedito per l’Italia, ideato nel 2017 da Cristiano Leone. Quest’anno fa il suo ingresso a Villa Aperta la letteratura con il premio Nobel Gao Xingjian, poeta, saggista, pittore e drammaturgo, padrino di questa ottava edizione del festival, che aprirà con la conferenza Calling for a new Renaissance che dà il titolo alla manifestazione.

Viale della Trinità dei Monti, 1. Dalle 19. Biglietto 15 euro.

Tropici all’Angelo Mai

All’Angelo Mai, la vetrina del Teatro di Roma dedicata alla coreografia contemporanea e alla sua ricognizione, prende il via Grandi Pianure, con la direzione artistica di Michele Di Stefano, coreografo, performer e fondatore del gruppo mk. Fino a sabato è la volta di Tropici, dedicato alla creazione artistica:  un contenitore interdisciplinare e improntato sulla complicità del pubblico che coabita lo spazio della performance e accoglie un modo affastellato e incandescente di presentazione di spettacoli, happening, set musicali e proiezioni, progetti compiuti e creazioni estemporanee. Tra gli artisti: Industria Indipendente, Simona Bertozzi, Camilla Monga, Cesare Pietroiusti, Massimiliano Balduzzi, Dehors/Audela, Pavel und Pawel, Laagam, Isabella Mongelli, Dewey Dell, Annamaria Ajmone, Marina Giovannini, Palm Wine, Konstellar, Filippo Riniolo, Daniele Albanese, Sigourney, Maria Anastassiou, Jone San Martin, Kinkaleri/Jacopo Benassi, Paola Stella Minni & Konstantinos Rizos, Defa/Bluemotion, Mandaakhai Daansuren.

Viale delle Terme di Caracalla, 55. Dalle 18.30. Biglietto 15 euro.

(Foto: courtesy press office)

Le vie del Cinema da Cannes a Roma

Fino al 10 giugno la 22° edizione de Le vie del Cinema da Cannes a Roma e in Regione porta nei cinema i migliori film visti a maggio sulla Croisette. Nei cinema Eden e Giulio Cesare di Roma sono previste le proiezioni di alcuni titoli in versione originale con sottotitoli in italiano presentati in concorso e nella Quinzaine des Realisateurs del festival francese. In programma: En liberté! di Pierre Salvadori (Eden Film Center – 8 giugno ore 18.15 e 9 giugno ore 22.30), Se Rokh di Jafar Panahi (Eden Film Center – 8 giugno ore 20.30, Giulio Cesare – 9 giugno ore 18), Comprame un revolver di Julio Hernàndez Cordòn (Eden Film Center – 8 giugno ore 22.30), La strada dei Samouni di Stefano Savona (Giulio Cesare – 8 giugno ore 17.30), Todos lo saben di Asghar Farhadi (Giulio Cesare – 8 giugno ore 20.00), Petra di Jaime Rosales (Giulio Cesare – 8 giugno ore 22.30), Pajaros de verano di Ciro Guerra e Cristina Gallego (Eden Film Center – 9 giugno ore 17.45), En guerre di Stéphane Brizé (Eden Film Center – 9 giugno ore 20.15, Giulio Cesare – 10 giugno ore 22.30), Capharnaüm di Nadine Labaki (Giulio Cesare – 9 giugno ore 20 e 10 giugno ore 17.30), Zimna Wojna di Pawel Pawlikovski (Giulio Cesare – 9 giugno ore 22.30), Manbiki Kazoku di Hirokazu Kore-eda (Giulio Cesare – 10 giugno ore 20).

Cold War (Foto: courtesy press office)

Visite teatralizzate

Con le Visite guidate teatralizzate si ha la possibilità di conoscere da vicino La vera storia del Marchese del Grillo e di Michelangelo: il cuore e la pietra (venerdì 8 giugno ore 21.30) per proseguire con I Borgia: il potere del male, Bernini VS Borromini, A spasso con Trilussa (9 giugno ore 21) e Caravaggio a Roma. Vita e opere (9 giugno ore 21.30). Il tutto in compagnia di guide e attori professionisti in costume d’epoca.

Prenotazione obbligatoria www.iviaggidiadriano.it.

(Foto: courtesy press office)

Past Continuous a Casa Vuota

Past Continuous, il tempo verbale inglese usato per descrivere le azioni o gli eventi iniziati nel passato che continuano e hanno conseguenze nel presente, è il titolo della prima mostra personale italiana di Alberto Torres Hernández, artista spagnolo che da dieci anni vive e lavora a Londra. Il progetto espositivo, curato da Sabino de Nichilo e Francesco Paolo Del Re, è costruito su misura per gli spazi domestici di Casa Vuota con dipinti, ricami e un’installazione di disegni che lavorano sulle trasparenze, realizzati dall’artista a partire da un’idea del 2016 che trova il suo compimento e viene presentata al pubblico per la prima volta nell’appartamento-galleria del Quadraro. Inserita nel calendario degli eventi del Roma Pride 2018, la mostra è aperta fino al 23 settembre.

Via Maia, 12 int. 4A. Su appuntamento.

(Foto: courtesy press office)

Garrone presenta Garrone

Il parco della Cervelletta, all’interno della rassegna Cinema in piazza, organizzato dai ragazzi del Cinema America, ospita ogni domenica una retrospettiva sul pluripremiato regista Matteo Garrone, autore di film di culto come Gomorra, L’imbalsamatore e il più recente Dogman. Il regista, in alcune occasioni (anche a sorpresa), presenterà le sue opere. Domenica 10 giugno si parte con Terra di Mezzo, del 1996.

Via della Cervelletta, 47. Alle ore 21.15. Ingresso libero.

Matteo Garrone e Marcello Fonte a Cannes (Foto: Getty Images)

FestAfrik sull’Appia Antica​​

Una festa dedicata all’Africa, alla sua musica, alla danza, all’artigianato, all’arte, alla moda: FestAfrik è organizzata dall’associazione Ta Chance sabato, presso il ristorante Il Montarozzo, Madrina della serata la cantante angolana Tasha Rodrigues, considerata l’erede di Miriam Makeba. In programma live di Otentic B e Katrisa e dj set a cura di dj Toure. Spazio alla moda, con la sfilata di Marina Ongania, Khass Diagne e dal brand New Afric Style, e alla danza, con la performance del Gruppo Tribal & Siren’s Mauritius. Durante la serata, asta di beneficenza: il ricavato della vendita di abiti sartoriali, accessori e opere d’arte andrà all’associazione, che si occupa di insegnamento professionale in Togo, per dare un futuro ai giovani.

Via Appia Antica, 4. Dalle 18. Prenotazione obbligatoria al 393.2875660. Ingresso libero e menu cena 25 euro.​​

(Foto: courtesy press office)