Scegliere al meglio cosa mangiare in gravidanza è un’assoluta priorità per la futura mamma: è bene infatti seguire un’alimentazione sana che possa permettere alla donna e allo stesso tempo al nascituro di contare sul giusto apporto di nutrienti, facendo però attenzione a non prendere troppi chili.

Si stima infatti che l’aumento ponderale di peso durante la gestazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 12/14 kg: un aumento eccessivo potrebbe comportare problemi non solo alla mamma ma anche al corretto sviluppo del piccolo.

L’ideale, dunque, è mantenersi su un regime alimentare da circa 1800 calorie al giorno, senza dimenticarsi di puntare il più possibile sulla varietà e sui cibi ricchi di vitamine, sali minerali e altre importanti sostanze nutritive.

Il tutto suddiviso nei tre pasti principali, ovvero colazione, pranzo e cena, e in due spuntini, a metà mattina e nel pomeriggio. Vediamo allora da vicino un esempio di quello che si può mangiare in gravidanza per non ingrassare.

  • Primi piatti. Escludere i carboidrati per evitare l’aumento di peso non è assolutamente necessario. A pranzo si può puntare su un piatto di pasta, circa 80 grammi, condito con un sugo leggero di pomodori o a base di altre verdure. In alternativa si può portare in tavola un piatto di riso, sempre con condimenti leggeri oppure una vellutata di verdure o ancora scegliere cereali come l’orzo che possono essere molto gustosi.
  • Secondi. La scelta migliore per un secondo ricco di sostanze nutritive importanti anche per lo sviluppo del feto è il pesce. Via libera, allora, a un trancio di pesce spada alla griglia, un’orata al forno o un branzino al cartoccio. In alternativa, anche le carni bianche possono essere consumate senza problemi, meglio se con una cottura alla griglia. E i formaggi? Meglio quelli più leggeri, come la crescenza. Per una buona scorta di vitamine e sali minerali, il secondo deve essere sempre accompagnato da un contorno di verdure: lattuga, fagiolini, spinaci, pomodori, naturalmente ricordandosi di lavare accuratamente, con acqua e bicarbonato, gli ortaggi così da evitare il rischio di contrarre la toxoplasmosi, molto pericolosa durante la gestazione. Come pane, meglio preferire quello integrale, da consumare separatamente da altri carboidrati.
  • Colazione. Di prima mattina, invece, un bicchiere di latte parzialmente scremato può essere accompagnato da 3 fette biscottate con un velo di marmellata oppure da 50 gr di biscotti secchi o ancora da 30 gr di fiocchi di cereali. Il latte può essere sostituito anche da un vasetto di yogurt.
  • Spuntino. Per spezzare la fame a metà mattina o nel pomeriggio, invece, meglio optare per snack leggeri. L’ideale è la frutta fresca di stagione oppure una spremuta di arancia o al massimo un pacchetto di crackers.