Un importante appuntamento di {#lavoro}, una giornata ricca di impegni o un esame universitario imminente sono tutte situazioni che potrebbero causare ansia e richiedere più energie del solito. Una buona e nutriente colazione è di certo uno dei modi migliori per cominciare la giornata nel modo giusto ma, a volte, potrebbe non bastare. La sensazione di stanchezza, infatti, potrebbe prendere il sopravvento nella seconda parte della giornata quando, magari, la parte più impegnativa deve ancora venire.

Mangiare in modo mirato, quindi, anche a pranzo o per lo spuntino potrebbe salvare la situazione, donando le energie giuste per affrontare l’impegno preso. Nel pasto ideale contro la stanchezza non possono mai mancare gli spinaci, il pollo, i ceci e le arance, senza dimenticare il pane integrale e il tè verde. Vediamo i loro benefici e le quantità consigliate per un pasto energetico.

Il pasto adatto allo scopo dovrebbe essere organizzato in questo modo: due tazze di spinaci con circa 100 g di petto di pollo, mezza tazza di ceci, mezza arancia o un mandarino, un panino integrale e, per concludere, una tazza di tè verde. Quali sono le proprietà benefiche di questi ingredienti e come possono, nelle quantità consigliate, proteggere l’organismo dalla stanchezza?

Gli spinaci sono la principale fonte di ferro fra i vegetali. Elisabeth Somer, autrice del libro “Eat your way to happiness”, afferma che:

“Gli spinaci aiutano le cellule del sangue a trasportare l’ossigeno in tutto l’organismo e combattere, così, la stanchezza fisica e mentale.”

La vitamina C contenuta negli agrumi, in particolare nelle arance e nei mandarini, incrementa l’energia fornita all’organismo, così come il pollo e i ceci aiutano a lavoro in modo più attivo ed efficiente. Questo avviene perché le proteine stimolano il cervello nella produzione di noradrenalina e dopamina, messaggeri chimici che stimolano l’attività e l’efficienza del cervello.

I carboidrati sono un’altra preziosa fonte di energia dalla quale non si può prescindere se si desidera pensare e agire in modo energico. Consumare regolarmente cibi contenenti carboidrati contribuisce a migliorare la memoria e i ragionamenti logici. In particolare, i cereali integrali forniscono una quantità costante di glucosio, che il carburante principale per il nostro cervello.

Il tè verde, infine, è una bevanda leggera, diuretica e che fornisce energia. Grazie alla produzione della caffeina e di un aminoacido come la L-teanina, l’organismo sarà più ricettivo e vigile, pronto ad affrontare anche i momenti più impegnativi.

Fonte: Shape.com