Cosa mangiare per restare sempre giovani

Melograno
Il melograno, frutto dalle proprietà antiossidanti.

Alimenti antiossidanti per fermare il tempo che passa. Questo il prodigio che il cibo può fare. Certo, pensare di non invecchiare è un desiderio irrealizzabile ma frutta e verdura possono aiutarci a farlo nel migliore dei modi possibili.

Le proprietà antiossidanti specifiche di alcuni cibi sono in grado di proteggere l’organismo dall’azione negativa dei radicali liberi, molecole colpevoli di accelerare i processi di invecchiamento della pelle, deprimere il sistema immunitario e favorire l’insorgenza di diverse malattie.

Gli antiossidanti sono costituiti dalle vitamine A, C, E, dal betacarotene, licopene e luteina, da sostanze vegetali come polifenoli e bioflavonoidi e dai micronutrienti, ovvero glutatione, selenio, Q10 e altri. Frutta e verdura godono di tali proprietà. La carota, ad esempio, è in grado di prevenire danni alle cellule e, riducendo l’accumulo di placca nelle arterie, previene l’arteriosclerosi. L’effeto antiossidante è dovuto ai carotenoidi, i pigmenti gialli e rossi contenuti in molta frutta e verdura.

Il licopene contenuto nel pomodoro è uno degli antiossidanti carotenoidi più potenti presenti in natura: riduce il colesterolo e i trigliceridi nel sangue, protegge il sistema nervoso centrale e aiuta a combattere l’insorgenza di malattie degenerative come l’Alzheimer e il Parkinson.

Consumare in abbondanza spinaci è un’ottima strategia anti-invecchiamento perché questi contengono vitamina E, A, C B, PP e sostanze come zinco, calcio e potassio. Meglio consumarli crudi: durante la cottura, infatti, molte di queste sostanze si perdono.

Il mirtillo contiene gli antocianosidi, in grado di inibire i radicali liberi intrappolandoli. Mangiare mirtilli o berne il succo è un valido aiuto per ridurre l’invecchiamento cellulare ma anche per migliorare la visione notturna, proteggere i vasi venosi e curare i disturbi intestinali.

Un bicchiere di vino a tavola non fa male, anzi. L’uva rossa, e in particolar modo la sua buccia, contiene il resveratrolo, un potente antiossidante, che aumenta l’attività dell’enzima responsabile della rigenerazione delle cellule nervose. Inoltre, stimolando la produzione di collagene, migliora il tono della pelle.

Il succo di melograno ha qualità simili a quelle dell’uva, ma è ancora più potente perché più ricco di antiossidanti e flavonoidi. È in grado di proteggere il cuore contro la formazione di placche aterosclerotiche e di alleviare i disturbi legati alla menopausa, come l’osteoporosi, l’artrite e la depressione. Inoltre, il melograno è ricco di minerali come potassio, magnesio, fosforo e ferro.

Proprietà antiossidanti anche per le mandorle. La vitamina E in essa contenuta svolge un’azione determinante nell’attenuazione del rischio di attacchi cardiaci e, insieme ai grassi insaturi, contribuisce a ridurre la crescita della placca aterosclerotica nelle arterie. L’olio di mandorle, ricco di proteine, sali minerali e vitamina A, è un ottimo emolliente adatto a combattere l’invecchiamento della pelle. Nelle mandorle è presente anche una piccola quantità di laetrile, considerata una sostanza antitumorale.

Gli amanti dei dolci saranno felici di sapere che consumare cioccolato un paio di volte al mese può regalarci un anno di vita in più. Gli antiossidanti e i flavonoidi contenuti nel cioccolato, infatti, rallentano la coagulazione del sangue e la sua ossidazione prevenendo ictus e attacchi di cuore. Inoltre, il cacao contiene la procianidina, un composto fenolico in grado di proteggere dalle degenerazioni tumorali.

Fonte: Melarossa.

Se vuoi aggiornamenti su Cosa mangiare per restare sempre giovani inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Tag: alimentazione, invecchiamento
Oroscopo
  • Oroscopo Ariete
  • Oroscopo Toro
  • Oroscopo Gemelli
  • Oroscopo Cancro
  • Oroscopo Leone
  • Oroscopo Vergine
  • Oroscopo Bilancia
  • Oroscopo Scorpione
  • Oroscopo Sagittario
  • Oroscopo Capricorno
  • Oroscopo Acquario
  • Oroscopo Pesci