È cosa nota ormai a tutti che seguire una dieta scorretta porta a essere maggiormente inclini al malumore e a essere più aggressivi e irritabili, mentre chi segue un’alimentazione corretta è più di buonumore e non si arrabbia così facilmente. Come alimentarci dunque in modo corretto per non essere più facilmente impazienti e di cattivo umore?

Nervosismo, stress e dieta hanno infatti più punti in comune di quanto si possa pensare, anche se apparentemente potrebbero non essere direttamente collegati. Un’alimentazione di un tipo o di un altro potrebbe infatti aumentare o diminuire la tendenza a rimanere calmi e rilassati, favorendo in caso contrario stress e negativi cambiamenti d’umore.

Secondo quando emerso in base a uno studio condotto presso l’Università di Cambridge, alla base dei cambiamenti di umore legati all’alimentazione sta un neurotrasmettitore conosciuto come serotonina. Una carenza o assenza di alimenti contenenti triptofano, precursore della serotonina, sarebbero direttamente responsabili del malumore, che spesso porta di conseguenza anche stress e nervosismo. La quantità ideale di questa sostanza nella nostra alimentazione quotidiana invece porterebbe a mantenere meglio la calma e a ridurre l’aggressività.

Quali sono dunque gli {#alimenti} da assumere per diminuire lo stress e scacciar via il malumore? Tra questi spiccano pecorino, uova, spinaci e bieta crudi, funghi coltivati, latte e latticini, cioccolato, zucchine, fagiolini e noci. Per quanto riguarda invece i secondi piatti, bisognerebbe mangiare carne di tacchino, agnello, polo e maiale, e pesci quali orata, merluzzo, tonno, alici, caviale.

La quantità giornaliera ideale di triptofano da assumere per agevolare il buonumore e scacciar via nervosismo e stress è pari a circa 350 milligrammi al giorno. Attenzione dunque a curare l’alimentazione poiché le fluttuazioni di serotonina tendono a renderci più irascibili: questa sostanza è infatti molto importante nel controllo dell’aggressività e non va sottovalutata.

I cambiamenti di umore influiscono infatti in modo significativo l’andamento delle nostre giornate e la buona o cattiva riuscita delle attività che dobbiamo svolgere, e se è possibile dare una spinta al benessere partendo proprio dalla tavola e dalla buona {#cucina}, approfittarne dovrebbe essere per tutti una regola assoluta. E se poi i cibi da prediligere sono ottimi come quelli consigliati, allora non vi sono scuse per non farlo.

Fonte: TGCom.