Mentre si comincia a realizzare che c’è un figlio in arrivo ogni genitore viene preso dalla frenesia di preparare la stanza per il bambino. Fra tinte e mobili, carta da parati e giochini, spesso ci si butta a capofitto in spese talvolta inutili.

Vediamo allora quali sono i must che non devono mancare nella cameretta di un neonato, oggetti di uso comune e particolarmente utili quando arriva un piccolo in casa.

Per prima cosa accertarsi che il colore delle pareti sia adatto. Perfetta una sfumatura pastello, leggera e riposante che scalderà la stanza senza appesantirla. Un celeste o un verde per la camera del maschietto o un rosa pesca o giallo tenue per una principessina. Potete anche pensare di realizzare uno stencil sulle pareti, una greca o qualche decoro qua e là per rendere lo spazio più accogliente e adatto al bambino.

Giochini da appendere alla culla: scegliete uno scaccia pensieri o “chiama angeli” e appendetelo. Inizialemente i sensi del piccolo non sapranno ancora riconoscere i colori, perciò potreste optare per uno con formine geometriche bianche e nere, o perché no sceglierne uno di quelli con le pinzette a cui poco alla volta potrete cambiare i pendagli.

Sedia a dondolo: potete anche non sceglierla proprio che dondoli, ma organizatevi in modo da ricavare nella nursery uno spazio confortevole dove poterlo allattare. Vi servirà molto spesso nei primi mesi di vita del vostro piccolo. Quando di notte si sveglierà urlando perché affamato, potrete accoccolarvi sulla seduta e allattare in tutta tranquillità nell’intimità della sua cameretta.

Il fasciatoio: il luogo dove cambierete i pannolini deve essere sicuro e comodo, accogliente e facile da lavare. Potete anche costruirlo da voi, ma in questo caso fatevi dare una mano da qualche esperto di fai da te.

Carillon: potrebbe essere un utile strumento per le notti insonni, o semplicemente un compagno per un sonno più sereno. In vendita ce ne sono infiniti modelli, alcuni che riproducono il rumore delle onde, i suoni della natura, ma attenzione a non abusarne, altrimenti il piccolo si assueferà e non vorrà più dormire senza.

Ventilatore da soffitto: utile secondo alcune ricerche anche per la prevenzione della SIDS (sindorme della morte in culla), il ventilatore da soffitto può essre utile per far girare l’aria nella stanza, evitando comunque di programmarlo al massimo della potenza.

Contenitore per pannolini usati: che scegliate quelli tradizionali o quelli lavabili, in entrambi i casi dovrete buttare i contenitori dei bisogni del vostro cucciolo. Avere un contenitore apposito, di quelli con i sacchetti profumati o un sistema di deodorazione incorporato sarà molto utile vicino al fasciatoio e soprattutto per i cambi notturni.

Termostato: se il vostro termostato è ubicato in un altro locale della casa accertatevi di avere un termometro nella cameretta del bambino, così saprete sempre con che temperatura sta convivendo il piccolo, soprattutto durante i momenti di sonno.

E se proprio volete che la cameretta sia già perfetta anche in vista del futuro, acquistate già uno di quei tappeti da gioco, magari con la palestrina per i movimeti dei primi mesi e tanti libri. Inizialmente potrete leggerglieli voi ad alta voce, come consigliano anche i pediatri, così quando il bimbo crescerà riconoscerà le immagini e le storie che gli raccontavate da piccolino.

Fonte: Sheknows