Per stupire qualcuno a cui si vuole bene con un evento davvero speciale, unico e inaspettato si può pensare di organizzare una festa di compleanno a sorpresa, in casa o fuori casa, con buffet o con una cena. Ma attenzione: un progetto di questo tipo richiede una buona dose di scaltrezza e naturalmente qualche idea giusta, specialmente se si tratta di compleanno speciali come quelli dei trent’anni, dei 40 o dei 50.

Tutti abbiamo in mente la classica scena da film americano in cui il festeggiato rientra a casa ignaro di tutto e all’improvviso da dietro il divano sbucano fuori gli amici urlando: “Auguriiiiii!”. Ebbene, per ricreare davvero la stessa atmosfera ed essere sicuri che la sorpresa riesca al meglio non ci si può affidare al caso ma bisogna essere super organizzati.

La prima cosa da chiedersi naturalmente è se una festa a sorpresa può essere gradita al festeggiato: non tutti infatti amano essere colti alla sprovvista da qualcosa che non si aspettano e a quel punto il party risulterebbe poco riuscito in partenza.

Detto questo, ecco alcune regole d’oro per organizzare una festa a sorpresa.

  1. Conoscere bene le abitudini del festeggiato. Perché una festa a sorpresa riesca bene, la cosa fondamentale è conoscere bene orari e abitudini del festeggiato in modo da poter gestire al meglio ogni aspetto senza essere scoperti. Sembra un dettaglio irrilevante ma in realtà è un aspetto da non sottovalutare per non rischiare di mandare all’aria la sorpresa.
  2. Avere un complice. Altra cosa importante è poter contare su una persona che si presti a fare da complice: sarà lui o lei infatti a portare il festeggiato a destinazione all’ora X cercando di non destare sospetti e rimanendo in contatto con chi organizza la festa per eventuali variazioni dell’ultimo minuto.
  3. In casa o fuori? Organizzare una festa a sorpresa in casa forse può essere più facile perché si possono gestire al meglio spazi e tempi. Tuttavia non sempre è fattibile, per cui anche una location esterna andrà più che bene. Richiederà solo la gestione di qualche dettaglio in più.
  4. Invitati con discrezione. Per quanto riguarda gli invitati, meglio attenersi agli amici più stretti specificando bene che si tratta di una festa a sorpresa così da evitare che si creino spiacevoli “incidenti diplomatici” che possano mandare all’aria la sorpresa.
  5. Giocare d’anticipo. Infine, è bene tenere a mente che per organizzare un party a sorpresa è necessario muoversi con un po’ di anticipo: rispetto a una qualsiasi festa, infatti, richiede qualche attenzione in più e anche tempistiche più lunghe.
  6. Cosa fare? Per quanto riguarda invece cosa organizzare, molto dipende ovviamente dai gusti e dalle passioni del festeggiato. Non è detto che debba essere per forza un dopo-cena a casa. Si può pensare anche a una serata danzante o persino a qualcosa di più originale come uno spettacolo a sorpresa a teatro, un concerto e, per i più sportivi, una partita allo stadio. L’importante è che il festeggiato non sospetti di nulla!