La convivenza è un passo naturale per due adulti che riconoscono di amarsi e di stare molto bene insieme; questo step può essere del tutto semplice o a volte portare con sé dubbi e indecisioni: in ogni caso, ecco cosa sapere sulla convivenza prima di affrontarla. Siete avvertiti!

Prima di tutto sappiate che il rapporto cambierà, non sarà più come lo conoscete adesso. Si tratta di un cambiamento inevitabile e naturale: nel momento in cui condividerete lo stesso letto, il bagno, la cucina giorno dopo giorno, la relazione passerà in “modalità domestica”. Avrete nuove abitudini e riti condivisi, imparerete a conoscere peculiarità dell’altro che non immaginavate, alcune vi piaceranno, ma altre no. Fatevene una ragione.

Cambierà anche la vita sessuale. Prima della convivenza, le coppie fanno spesso l’amore: è un momento per conoscersi, per stare vicini, per vivere più intensamente. Dopo la convivenza la frequenza dei rapporti si dirada, ma questo è normale. Per contro nascerà un nuovo tipo di intimità fatta di piccoli gesti, coccole e tenerezze, ma con molta meno passione.

Il vostro stile di vita subirà delle modifiche, per lievi che siano. Se lei è ordinata e lui molto sconclusionato, l’unica maniera per uscirne vivi sarà venirsi in contro modificando un po’ ognuno il suo atteggiamento. Il rispetto dei tempi e degli spazi dell’altro, per superare le differenze, è fondamentale.

La gestione economica, poi, si metterà spesso tra voi. Questo è inevitabile: i soldi diventeranno sicuramente un argomento frequente di conversazione, tra affitto, bollette, spesa, arredamento e vacanze. Riuscire a dare un contributo il più possibile equo e leale, secondo le proprie possibilità, è la strategia migliore per evitare che le discussioni diventino liti.

La convivenza offre un ampio margine di tempo per stare insieme, ma spesso il tempo non è veramente condiviso: non passate ore e ore sul divano a guardare la tv e non accantonate l’abitudine di andare insieme al cinema, a mangiare una pizza fuori o a sentire un concerto. Piuttosto trovate nuove scuse per passare del tempo insieme, come andare a fare la spesa o cucinare in due.

Infine, assicuratevi che ci sia il pieno rispetto per l’altra persona da parte di entrambi i partner. Se lui vuole passare una serata a vedere una partita con gli amici non sentitevi offese; se lei esce per un aperitivo con le amiche non fate i gelosi. La convivenza ha bisogno di amore e rispetto, non di dipendenza.