I cosmetici italiani sono tra i più amati in Asia, segno di quanto le nostrane ricerche per la bellezza femminile siano all’avanguardia e apprezzate da tutto il globo.

In questi giorni, a Hong Kong, è in mostra la diciassettesima edizione della fiera Cosmoprof Asia. I prodotti cosmetici italiani saranno ovviamente in mostra e, viste le statistiche, saranno anche presi d’assalto.

La bellezza tutta made in Italy, infatti, è tra le più acquistate in estremo oriente. Nell’ultimo anno, il fatturato dei marchi italiani è cresciuto del 20% con un guadagno pari a 480 mila euro; di questi, 50 milioni di euro sono spesi dalle donne orientali per i profumi realizzati dalle nostre più famose maison, mentre 35 milioni vanno ai prodotti per la bellezza del corpo. Anche i prodotti relativi alla cura dei capelli stanno godendo di buona salute, tanto che nell’ultimo anno hanno aumentato il loro fatturato del 55%.

Tale tendenza è frutto di diversi fattori, sia economici che culturali ma, in primis, il successo dei prodotti italiani all’estero deve essere ascritto alla qualità che essi rappresentano, essendo frutto di una costante ricerca e innovazione. Inoltre, da sempre, le donne asiatiche apprezzano i canoni di bellezza europei e, in particolare, italiani. Da anni, ormai, la moda è quella di usare il bisturi per rifarsi il viso secondo modelli femminili occidentali. Allo stesso modo, forse, è possibile spiegare il successo dei prodotti cosmetici europei: quelli italiani, tra uso di prodotti naturali e d’erboristeria e quelli delle grandi marche, sono, di sicuro, tra i migliori al mondo.

Fonte: Ansa