Siamo in quel periodo dell’anno in cui essere mostruosi è un complimento: Halloween! Spuntano come funghi negozi a tema, zucche  e tutorial sul trucco perfetto per la notte dei morti viventi. Festa proveniente dagli USA, non gradita a tutti i cattolici, ormai pienamente entrata a far parte della cultura europea.

La filosofia del last minute:

– Gli uomini si affidano all’inedita idea del “Mi vesto da donna!”. Wow, che novità! L’effetto ottenuto è una figura sbilenca su tacchi a spillo 3 numeri più stretti, una minigonna rosa chiaro e parrucca infeltrita:  alla fine, tra gambe pelose e monociglio, sembreranno la madre  dopo anni che non vede un’estetista.

– Le donne comprano un cerchietto con orecchie da gatto, due baffi disegnati (oppure veri, ma cresciuti e lucidati con costanza e cura).

Poi c’è chi si prepara da settimane, studia l’abbigliamento e spende tempo e denaro per gli effetti speciali. Tra questi riconoscerete sempre:

1) Cappuccetto rosso. Un mix tra il completino da sexy shop e l’innocenza di una fiaba. Il trucco sta nella generosa scollatura a cuore, roba da far venire un infarto al lupo. Chi sceglie questo costume si finge una romantica dal cuore debole mentre sogna un bukkake nel bosco.

2) La zucca. Costume unisex indossato da soggetti con una scarsa autostima, intimoriti da quei due rotolini che si portano dietro dalle vacanze estive. Fai la figura del simpatico e sei a tema.

3) La Strega. Ogni tanto si decide di uscire allo scoperto e ammettere che siamo delle stronze. Quale costume migliore? Il 95% punta sulla strega ammiccante, tacco a spillo e vestitino aderente. Il 5% sono quelle fidanzate che hanno già accalappiato qualcuno e possono permettersi la strega-cesso con nasone, brufolo e denti rotti.

4) Il feticcio tecnologico-iPhone. Presentarsi con un rettangolo gigante con le intorno significa solo una cosa: “Trombare mi fa schifo”. Però alla fine avrete fatto scorta di complimenti e risate. Solo quelle.

5) Lo scheletro. Un tutone caldo e comodo, fin quando non ti servirà il bagno. Fa sempre tendenza, ma serve l’esperto aiuto di qualcuno disposto a mettervi il cerone bianco. Divertimento assicurato quando si presenta col costume da scheletro un amico da 130 chili.

6) Miss e Mister Zombie. Vanno in coppia, chili di colla,  silicone e sangue finto sul volto. Frutto di ore davanti ai video delle make-up artist su Youtube. Competitivi, l’obiettivo è attirare l’attenzione di tutti.

7) I Vampiri. Libri e serie tv hanno decuplicato la già inflazionatissima figura di Dracula e company. Abbandonate le finte dentiere che restavano attaccate per 2 secondi netti, oggi è possibile sembrare cadaverici e assetati di sangue in poche semplici mosse: trovare un lavoro->lavorare->perdere il lavoro.

8) Alfano. Fingersi il vicepremier per un giorno è semplice, basta una pelata e un carattere ubbidiente. All’occorenza due figuracce internazionali. La controindicazione è che potreste avvertire la forte voglia di un’abbuffata di croccantini. Indicato per chi sogna di essere un leader, prima o poi.

9) Santanché. Parrucca con ciuffo da Beverly Hills 90210, una dose di botulino alle labbra e un’inarrestabile logorrea. Vi accompagnate alla categoria dei Vampiri. Solo per coraggiosi, scegliere questo costume potrebbe essere una calamita per insulti.

10) Obama. Avete comprato la maschera ma  non andrete alla festa. Però sapete già come si vestiranno tutti gli altri.

Buon Halloween, chiunque voi siate.