Il cous cous, piatto tipico delle regioni del Nord-Africa, è un alimento fatto di piccoli granelli di diversi tipi di semola, che vengono lavorati a mano e poi cotti al vapore.

Solitamente si usa farina di semola, ma si può trovare anche si orzo o miglio. La lavorazione è piuttosto lunga: la farina viene macinata in modo grossolano e poi leggermente bagnata con acqua, dalla farina così umida vengono formate delle piccole palline con l’aiuto di farina asciutta. In Africa è un vero e proprio rituale in cui le donne si riuniscono per preparare il cous cous e poi farlo seccare al sole.

In commercio si trova il cous cous già pronto, che si cucina in pochissimi minuti con un poco di acqua calda.

Le ricette che si possono preparare a base di cous cous sono davvero infinite, la più tipica è quella con le verdure. Serviranno: aglio, basilico, una carota, cipolla, una melanzana, un paio di zucchine, pomodorini, peperoncino e olio e sale.

Le verdure vanno lavate e tagliate a pezzi piccoli, poi cotte in padella dove avrete fatto un soffritto con aglio, cipolla e basilico. Le verdure devono essere croccanti, quindi basteranno 7/10 minuti di cottura, in base alla grandezza dei pezzi.

Una volta terminata la cottura preparate il cous cous come indicato sulla confezione e poi mescolatelo con le verdure tiepide.