Le giornate televisive, ultimamente, sono piene di approfondimenti sulla morte di Bettino Craxi. Ricorre infatti in questi giorni, il decennale della sua morte, avvenuta nella sua villa di Hammamet il 19 gennaio 2000.

La TV ha preparato il pubblico a questo evento mandando, ad esempio, in onda su La7 il documentario di Luca Josi sulla storia dello statista. Oltre, naturalmente, ai telegiornali che hanno ripercorso la figura anche grazie alle testimonianze dei figli: una su tutte, Stefania Craxi, è stata ospite di uno speciale d’approfondimento del Tg1.

In realtà, era da giorni che ci stavamo preparando a ricordare Craxi: lo scorso 11 gennaio, a “La storia siamo noi”, Giovanni Minoli ha parlato di “Craxi: Ritratto di un leader” ripercorrendo la storia del leader socialista e gli sviluppi politici italiani, attraverso le testimonianze di familiari, amici e collaboratori.

Appare anche giusto che la televisione, non solo come mezzo di approfondimento, ma anche di satira racconti del defunto statista, che, soprattutto negli anni ’80, fu oggetto di imitazioni, alcune delle quali molto divertenti. Questa è la più celebre, in cui un sosia recita per il Bagaglino al programma “Biberon“, che andava in onda su Rai Due.