La crema solare è un prodotto indispensabile per proteggere la pelle durante l’estate: permette di aver cura della propria bellezza, ma soprattutto della propria salute.

Non tutti sono propensi a utilizzare una crema solare in spiaggia: c’è chi la considera troppo grassa, chi la percepisce come uno schermo troppo protettivo per la pelle e chi non la usa affatto, pensando che una carnagione molto scura sia esente da rossori e scottature. L’abbronzatura è sinonimo di bellezza, ma non bisogna mai esagerare: si deve sempre cercare di raggiungere il colorito perfetto in modo consapevole, valutando tutti i rischi che il sole comporta; inoltre, non tutti applicano la crema solare in modo giusto: molti la usano una sola volta, senza sapere che il prodotto solare non dura tutto il giorno e che deve essere applicato ogni due o tre ore, specie se si è fatto un bagno in mare.

Utilizzare prodotti solari è fondamentale: con il sole non si scherza. Rughe, invecchiamento precoce, macchie, eritemi, melanomi sono le conseguenze di una scarsa protezione; quindi, sì all’abbronzatura ma in maniera intelligente: applicare più volte la crema durante il giorno, usare un cappello e passare le ore più cocenti sotto l’ombrellone aiuterà a salvaguardare anche la salute della cute.

È indubbio che le creme solari non sono uguali per tutti: si dovrebbe scegliere la crema solare adatta solo ed esclusivamente al proprio fototipo: tanti tipi di pelle, altrettanti tipi di prodotti solari.

Innanzitutto è opportuno acquistare una crema solare specifica per i bambini, che non è adatta, tuttavia, all’epidermide dell’adulto. I prodotti solari per i bambini, che giocano di continuo sotto il sole o che tendono a passare molto tempo in mare, sono molto più “spessi”, resistenti all’acqua e restano più a lungo sulla pelle. Cosa che non va bene per chi, invece, vuole una bella tintarella. In ogni caso, per un bimbo è meglio acquistare una crema senza profumi o senza oli, che sia ipoallergenica e che abbia una forte protezione ai raggi UVA e UVB.

Se si soffre di pelle grassa e ogni giorno si combatte la battaglia contro l’acne, la crema solare può rappresentare un vero e proprio supplizio, peggiorando la situazione. Ma non bisogna rinunciare alla protezione dal sole: bisogna scegliere la crema giusta. Occhio all’etichetta: in questo caso è bene utilizzare prodotti senza olio e senza grassi e, soprattutto, privi di biossido di titanio, sostanza che, tra l’altro, tende a lasciare uno strato bianco sulla pelle e a ingrassarla esageratamente.

Per proteggere al meglio la pelle sotto il sole, sono consigliabili tutti quei prodotti privi di additivi chimici e ricchi di antiossidanti. Bisogna preferire creme che contengano tè verde, vitamina C e melograno. La vitamina C alleggerisce la tendenza all’iperpigmentazione. Il tè verde, invece, è fondamentale per chi tende ad arrossarsi o a scottarsi: per le pelli più sensibili e più bianche, infatti, il tè verde rappresenta un valido calmante.

Non bisogna dimenticare di proteggere il cuoio capelluto: se si è molto delicati, è sempre opportuno indossare un cappello; invece, se non si ha intenzione di utilizzare un copricapo, allora è opportuna una protezione solare da applicare sulla testa: si può far uso di uno spray o di una normale crema, purché sia molto acquosa e priva di olio per non ingrassare troppo i capelli e per fare in modo che si asciughino subito. Anche chi ha la pelle molto scura deve proteggersi: non si è esenti da scottature o possibili malattie. Una protezione 15 potrebbe essere già buona, tuttavia, una protezione 30 eviterà l’invecchiamento precoce della pelle.

Chi volesse evitare di abbronzarsi, sia per motivi estetici che per motivi di salute o legati al tipo di pelle troppo chiara o troppo sensibile, allora deve optare per una protezione molto alta: la protezione 50 è la più alta disponibile. Anche in questo caso bisogna applicare la crema più volte al giorno e mettersi all’ombra nelle ore più calde.

Fonte: Total Beauty